Patti, CittadinanzAttiva Messina onora la Giornata Mondiale del Malato

cittadinanzattiva_35231Quest’anno CittadinanzAttiva Messina, assieme ad altre Associazioni ha inteso onorare la Giornata Mondiale del Malato indetta da papa Francesco schierandosi apertamente a fianco dei cinquantamila ammalati di cancro siciliani che negli ultimi cinque anni sono stati costretti ad andare fuori regione per farsi curare, senza dimenticare, ovviamente quelli che lo hanno fatto prima e quelli che saranno costretti a farlo, purtroppo, ancora in futuro, con grave danno per le famiglie e per l’erario regionale. E questo stante la mancata realizzazione, dopo aver speso somme non indifferenti, circa 40 milioni di euro, all’Ospedale Papardo, del Centro Oncologico di Eccellenza, che sarebbe dovuto diventare la sede più idonea per fare ricerca e sperimentazione, che avrebbe dovuto mettere a disposizione la più avanzata chirurgia oncologica per i vari organi ed apparati, che doveva diventare il centro di riferimento dell’Oncologia regionale, per poi trasformarsi in IRCCS. Nulla di tutto questo. Come ulteriore beffa, la legge regionale 5/2009, tutt’ora in vigore, afferma che il Centro Oncologico di Eccellenza deve comunque essere realizzato a Messina. CittadinanzAttiva ha anche chiesto al Sindaco di Messina, nella sua qualità di presidente della conferenza dei Sindaci della provincia di convocare l’Assemblea perché assumesse le idonee misure di contrasto in tutte le sedi e a tutti i livelli, offrendo la massima collaborazione, ma la maggioranza dei sindaci non si è presentata. Ricordandosi dell’esortazione di Gesù e della disponibilità dei cristiani a schierarsi in difesa degli ultimi una delegazione di CittadinanzAttiva composta da Pippo Pracanica, Piero Materia, Pia Cappotto e Antonio Giardina ha incontrato mons. Ignazio Zambito, Vescovo di Patti, al quale hanno documentato quanto affermato chiedendogli anche di portare tale grave problematica a conoscenza dei fedeli della Diocesi in modo che gli stessi, resi edotti di quanto sopra, potessero esprimere il loro consenso alla battaglia portata avanti in tutte le sedi da CittadinanzAttiva, sottoscrivendo apposito documento. L’Alto Prelato, dopo aver affermato che è obbligo del cristiano correre dall’ammalato o dal bisognoso o difendere i diritti di chi è ultimo, perché anche presso di loro c’è Gesù, lo stesso dell’Eucaristia, ha accettato la richiesta ed a mezzo del Vicario Generale, mons. Giovanni Orlando, durante la S. Messa celebrata a Tindari l’ha fatta portare conoscenza dei sacerdoti e dei fedeli.