‘Ndrangheta, il figlio del boss Mancuso a Klaus Davi: “Non sono contrario alle unioni gay” [VIDEO]

klaus daviNon sono contrario alle unioni gay. Uno della propria vita privata può fare ciò che vuole nel rispetto degli altri”.  Lo ha dichiarato Emanuele Mancuso, figlio di Pantaleone Mancuso, alias L’Ingegnere, ritenuto esponente di spicco dell’omonima cosca di Limbadi (VV), condannato per associazione mafiosa, nel corso di una lunga e variegata intervista telefonica rilasciata al massmediologo Klaus Davi per il programma di LaC “Gli Intoccabili” online a questo link. “Voterei no solo per l’assegnazione dei figli, ma per il resto voterei sì, anche se lascerei un punto interrogativo su quel campo perché…perché a volte dare un figlio a due maschi che stanno insieme… si potrebbe anche fare un’eccezione purché non restino in mezzo alla strada quei bambini”. Il giovane ha inoltre aggiunto sull’argomento omosessualità e ‘ndrangheta: “A casa mia non morirebbe nessuno se fosse gay… potrebbe essere disprezzato ma come lo potrebbe essere a Milano, dipende dove capita, in quale famiglia capita… nella mia non le so dire… credo che morire non muore nessuno, però… per me no, è normale… se io ho un figlio gay bisogna solo accettarlo, poi… lo rispetterei per quello che è… vabbè non è una bellissima cosa però, che le devo dire”.