Montalbano Elicona (Me) riceve il titolo di Comune Europeo per lo sport 2018

montalbano_comune_europeo_dello_sportMontalbano Elicona è “European Town of Sport 2018″. L’annuncio, giunto lo scorso ottobre dalla Segreteria della Federazione ACES Europe, è stato ufficializzato martedì 8 novembre a Roma nella cerimonia delle benemerenze dello sport europeo alla presenza di Giovanni Malagò, presidente CONI, Antonio Decaro, presidente ANCI e Gian Francesco Lupatelli, presidente ACES Europe-MPS Italia. Il risultato ottenuto, premia non solo l’attenzione riservata dall’amministrazione comunale alla cultura sportiva, ma anche l’impegno delle associazioni che continuano a proporre eventi agonistici d’interesse nazionale e regionale, come la Marathon dei Megaliti del 16 giugno 2016 e l’annuale Motocavalcata dell’M.G. Montalbano Enduro Team. Tra l’entusiasmo del sindaco dottor Filippo Taranto e l’aumento dei consensi di chi segue sui social le vicende del borgo in tempo reale, non meno importante sarà sviluppare la sensibilità del territorio verso le pratiche motorie che favoriscano il benessere e lo sviluppo della salute sociale. Lo sport migliora la vita e spesso un’escursione in natura aiuta a combattere stress, ansia e depressione quotidiana. Per questo la pratica delle attività sportive è un elemento essenziale nelle motivazioni di viaggio del tursta moderno. A darne conferma sono i dati dell’ Osservatorio Econstat, che riscontrano un incremento del 25% nella scelta di combinare i soggiorni tradizionali, con pratiche salutistiche a contatto con il territorio. Così le attività di trekking, tennins, nordic walking, equitazione e cicloturismo si stanno diffondendo anche a Montalbano Elicona, dove se gli impianti sportivi non bastano, si può certamente contare sul patrimonio ambientale. Dal Bosco di Malabotta ai Megaliti dell’Argimusco, dal Fiume Elicona ai sentieri e le aree attrezzate per i campeggi, il paese si presta a soddisfare sia gli sportivi, che i visitatori in cerca di ritmi biologici più sani. Dunque se in vista della prossima tappa a Bruxelles con la consegna della bandiera, il comune dovrà lavorare di più, gli sforzi compiuti fin’ora hanno dimostrato come anche lo sport aiuti a rendere note le realtà dei piccoli borghi dove la tipicità, è un modello di vita che vale la pena “gustare” con tutti i sensi.

Francesca Bisbano