Messina, pesci morti dentro la fontana dei Cavallucci: “atto intimidatorio?” [FOTO]

fontana-dei-cavallucci-1“La fontana dei Cavallucci è stata recentemente restituita alla collettività dopo che i volontari di Puli-AMO Messina, da giugno adottatori dell’area archeologica di Largo San Giacomo, hanno dissotterrato la grande vasca settecentesca ivi alloggiata, dotandola inoltre di un motorino idraulico ad energia solare, in attesa che venga ritrovato il basamento marmoreo originale, attualmente “smarrito” in qualche deposito comunale”. Lo afferma in una nota Christian Mangano Ideatore e promotore delle iniziative “Puli-AMO Messina”.

“Un gesto semplice di autentica bellezza, probabilmente mai visto di buon occhio. Ieri sera sono stati infatti rinvenuti, all’interno della fontana dei Cavallucci, tre pesci morti. L’ipotesi che potessero essere ancora in vita durante l’inserimento in acqua è da escludere; non solo perché trattasi di triglie (quindi pesci d’acqua salata), ma vista anche la collocazione eloquente delle tre carcasse su una linea retta,  posizionate tutte sullo stesso fianco e con la medesima angolatura”.

“Un gesto vile, increscioso, deplorevole, irrispettoso per l’intero mondo animale.
Chi ci sia dietro quest’atto ignobile e quale sia il messaggio nascosto, non ci è dato sapere. Dinamiche che ricordano tanto le pellicole hollywoodiane dove era in auge la metafora “dormire coi pesci”. Augurandosi che questa sia soltanto una ragazzata e che dietro non vi sia un atto intimidatorio o minatorio nei confronti dei volontari, invitiamo chiunque volesse “omaggiare” l’operato Puli-AMO Messina a farlo con specie tipicamente nostrane; consigliamo, in tal senso, le succulente cozze di Ganzirri”.