Messina: la città festeggia la settimana dell’infanzia e dell’adolescenza “Liberi di crescere”

La città di Messina festeggia la settimana dell’infanzia e dell’adolescenza “Liberi di crescere”

diritti-infanziaDopo il via di ieri a piazza Cairoli con la lettura dei diritti della Convenzione Onu del 1989, la Settimana dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, promossa dall’assessorato comunale alle Politiche Sociali col titolo “Liberi di crescere”, prosegue oggi, lunedì 21, in piazza Unione Europea con la Festa del protagonismo. “Ieri c’è stata una grande partecipazione di famiglie e bambini – evidenzia l’assessore Nina Santisi – che con gioia hanno preso parte al lancio di apertura dei palloncini e ai laboratori delle favole e del riuso. I piccoli musicisti della scuola Passamonte e i clown hanno completato l’atmosfera allegra e gioiosa. Tutti i partecipanti hanno indossato il fiocco giallo della consapevolezza che ci ricorda quanto questi diritti siano ancora disattesi. Giunta municipale, consiglieri e società civile hanno letto i diritti della convenzione dinanzi ad un pubblico attento. Il momento più toccante è stato la lettura del diritto ad essere accolto in un paese straniero, da parte di un minore straniero non accompagnato, di origine sub sahariana, ospite di un centro di prima accoglienza nella nostra città. Gli appuntamenti proseguono oggi e invito tutta la cittadinanza a partecipare”. Oggi, lunedì 21, dalle 15.30 alle 19, in piazza Unione Europea, si svolgerà la festa del protagonismo dei bambini e dei ragazzi, a cura delle cooperative sociali C.A.S. e Azione Sociale che gestiscono i centri di aggregazione giovanili comunali (C.A.G.) e da anni declinano sul territorio, per conto dell’ente comunale, l’affermazione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Saranno proposte iniziative attraverso giochi tradizionali come gli scacchi, attività sportive (judo-karate, sport disabili tennis tavolo, mini volley); canti e danze con le comunità filippina e srilankese; laboratori creativi, manuali, di fiabe, lettura e filosofia. Inoltre nella piazza sosterà il Bibliobus, nell’ambito dell’iniziativa “Nati per leggere” ed è previsto uno spazio dedicato all’infanzia, dove è possibile ricevere informazioni sull’allattamento al seno e le manovre mediche di deostruzione. L’istituto Antonello offrirà infine una merenda speciale con assaggi della tradizione locale. Giovedì 24, dalle 16 alle 19, alla sala Laudamo, “Le storie di Giufà”, testi di Maria Pia Rizzo e musica di Giacomo Farina, che proporranno tre spettacoli alle 16, 17 e 18, ai quali per potere assistere è necessario prenotare all’indirizzo rosaria.tornesi@comune.messina.it. Negli intervalli tra le rappresentazioni nello spazio antistante la sala Laudamo, i clown vip e  l’associazione Miradas con le loro performance allieteranno i ragazzi, e gli studenti dell’istituto Antonello offriranno la merenda. La settimana si concluderà sabato 26, dalle 10.30 alle 12.30, al Palacultura, con l’evento “Festa dei diritti”, nel corso del quale sarà presentato il libro “Quello che non vedo di mio figlio” dello psicoterapeuta e scrittore, Domenico Barrilà, che con i suoi volumi ha aiutato gli adulti a capire i segreti nascosti dei comportamenti dei bambini e si relazionerà con educatori ed operatori della scuola e del sociale.