Messina: estratti 793 scrutatori per il referendum costituzionale del 4 dicembre

A Messina sono stati estratti 793 scrutatori per il referendum costituzionale del 4 dicembre

referendumNella sala Falcone Borsellino di palazzo Zanca, la commissione elettorale comunale, presieduta dal vice sindaco, Gaetano Cacciola, e composta dai consiglieri comunali, Nicola Cucinotta e Santi Sorrenti, in adunanza pubblica, presenti il dirigente coordinatore dell’Area Amministrativa, Salvatore De Francesco, ed il responsabile dell’ufficio elettorale, Nino Cammaroto, ha proceduto all’estrazione dei 793 nominativi di elettori, che saranno chiamati ad assolvere l’incarico di scrutatore per la consultazione referendaria di domenica 4 dicembre. Saranno 3 gli scrutatori nei 254 seggi, mentre 2 scrutatori saranno assegnati ai cinque seggi speciali ed alle cinque sezioni ospedaliere e uno ai cosiddetti “seggi volanti”, previsti per le strutture con meno di 100 posti letto. I nominativi degli scrutatori sono stati estratti dall’elenco complessivo dei 22170 iscritti all’Albo, utilizzando il numero 32 come record d’inizio conteggio e 454 come passo di estrazione, numeri a loro volta sorteggiati da parte dei presenti alle operazioni. Con lo stesso metodo sono stati inoltre estratti i nominativi degli scrutatori supplenti, pari a 50 per ogni circoscrizione, per le sostituzioni dovute ad eventuali rinunce. L’elenco degli estratti è consultabile sul sito www.comune.messina.it. L’avviso dell’avvenuta nomina sarà notificato agli interessati nel più breve termine. Nel caso di impossibilità ad assumere le funzioni, l’interessato dovrà darne immediata notizia al Comune per la sostituzione.