Messina e la contemporaneità: MaCa al lavoro sul triplice murale della Scalinata Monsignor Bruno

scalinata messina arteAl lavoro, nonostante il breve stop causato dalla pioggia. Minuscola figura che affronta un grande, triplice murale. MaCa, nome d’arte di Manuela Caruso, sta dipingendo il suo “Germe”, il progetto con cui ha vinto il bando de “Le Scalinate dell’Arte” dedicato al XXI secolo, ovvero “visioni, suggestioni, utopie e distopie del prossimo futuro”. Tre le superfici sulla Scalinata Monsignor Bruno alle quali sta lavorando l’artista: un pannello costituito da lastre in acciaio di 3,80 mt. x 16 mt e i due muri retrostanti, rispettivamente di mt. 7,00 x mt. 17,00 e mt. 2,50 x mt. 9,00. “E’ un’opera che racconta il futuro, come richiesto dal bando”, dice MaCa. “E per riuscire a raccontare il futuro è sempre necessario avere ben presente e conservare tracce del passato. Qui e lì, su questo grande muro, ci saranno perciò  piccoli cenni e riferimenti alla storia di questo luogo che mi sta ospitando e che continuerà ad ospitare il murale”.  “Le Scalinate dell’Arte” è il progetto pluriennale dedicato all’arte e agli artisti contemporanei messinesi, con il Comune di Messina come capofila e la società Team Project come partner, finanziato nell’ambito del Po Fesr Sicilia 2007-2013.