Lazio e Atalanta inarrestabili, Juve ko a Genova

L’Atalanta conquista la sesta vittoria consecutiva sul campo del Bologna,la Lazio espugna il Barbera nel match delle 12:30;Juve colpita e affondata a Marassi da uno straordinario Genoa. Buon pareggio per il Crotone,vittoria interna per il Cagliari di Rastelli che salva la panchina

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

di Claudio Corso - Dopo gli anticipi del sabato con le vittorie di Torino e Milan,rispettivamente contro Chievo ed Empoli,la domenica calcistica comincia con il match delle 12:30 Palermo-Lazio. Partita molto emozionante nei primi 45′ di gioco con la Lazio che prima colpisce la traversa con il solito Immobile e poi passa in vantaggio con Milinkovic-Savic che sfrutta il cross rasoterra dal fondo di Basta; nel secondo tempo il ritmo partita si affievolisce ed è un gioco da ragazzi per gli uomini di Inzaghi amministrare il risultato che permette ai biancocelesti di piazzarsi momentaneamente al terzo posto scavalcando i cugini giallorossi,attesi dal posticipo delle 20:45 contro il Pescara, che verranno affrontati settimana prossima. Per il Palermo invece la situazione è sempre più critica.

Nel pomeriggio sono 4 i match in programma : Genoa-Juventus, Bologna-Atalanta, Cagliari-Udinese e  Crotone-Sampdoria.

Il risultato più sconvolgente arriva dallo stadio Marassi dove il Genoa annienta la capolista Juventus per 3-1;

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Dopo neanche 300 secondi di gioco arriva il vantaggio che porta la firma del “Cholito” Simeone che realizza dopo una serie di rimpalli in mischia a pochi passi dalla porta di Buffon. Juve che non reagisce e al 14′ subisce il raddoppio,ancora Simeone che stavolta insacca di testa sfruttando un ottimo traversone di Lazovic. Il 3-0 al minuto 29′ invece è un autogol dello sfortunato Alex Sandro che dopo la traversa colpita da Rigoni,nel tentativo di anticipare Ocampos,manda il pallone in rete. Partita dominata degli uomini di Juric che non soffrono mai gli attacchi dei bianconeri;al minuto 82′ Pjanic realizza il gol della bandiera con una splendida punizione. La Juventus dunque subisce la terza sconfitta del suo campionato e permette al Milan di tornare a -4 dal primato.

Ingrana la sesta l’Atalanta di Gasperini che sbanca anche il Dall’Ara di Bologna sconfiggendo per 2-0 i rossoblù,continuando a sognare l’Europa che conta. Vantaggio iniziale di Masiello che colpisce di destro al volo con un tiro rasoterra che non lascia scampo a Mirante,tornato in campo dopo il grave problema cardiaco. L’Atalanta mette in ghiaccio i 3 punti nella ripresa con il gol di Jasmin Kurtic da calcio d’angolo con il contagiri del Papu Gomez. Gli uomini di Gasperini si preparano al meglio in vista del match della prossima giornata sul campo della Juventus mentre Donadoni dovrà lavorare in settimana per dar una scossa ai suoi,apparsi sottotono per tutta la partita.

Ritorna a vincere il Cagliari che batte per 2-1 l’Udinese dopo 90′ minuti pieni di occasioni per entrambe le squadre. Il Cagliari si porta in vantaggio con Diego Farias che dagli 11 metri batte Karnezis nonostante il portiere avesse intuito la direzione del pallone; l’Udinese reagisce e trova il meritato pareggio con un tiro dalla distanza di Fofana. I bianconeri avrebbero anche l’occasione di portarsi in vantaggio con Thereau ma il suo tiro si infrange sul palo dopo una leggera,ma decisiva, deviazione di Storari; sull’azione successiva invece son proprio i padroni di casa a trovare il gol vittoria con il neoentrato Marco Sau che realizza di tacco dopo un cross in scivolata di Isla. Nonostante il forcing finale,con un altro palo colpito da Fofana, l’Udinese non riesce a trovare il gol del 2-2 e subisce la seconda sconfitta consecutiva in campionato,il Cagliari invece raggiunge quota 19 punti.

Buon pareggio invece per il Crotone che ferma sull’1-1 la Sampdoria di Giampaolo. Risultato che rispecchia i valori visti in campo;vantaggio iniziale per i pitagorici con Falcinelli che realizza dopo una respinta di Puggioni ma alla fine la qualità della Sampdoria regala il meritato pareggio di Bruno Fernandes che sfrutta un tiro cross di Quagliarella e insacca a pochi passi dalla porta difesa da Cordaz,il quale evita passivo peggiore per i suoi con una serie di interventi che permettono di fare un piccolo passo verso l’ambita salvezza.

La 14 giornata si concluderà con il posticipo serale delle 20.45 Roma-Pescara e con quelli del lunedì che vedranno impegnati Napoli-Sassuolo alle 19 e il big match delle 21 Inter-Fiorentina.