L’Associazione dei Sindaci dell’Area Grecanica esprime vicinanza a Giuseppe Falcomatà

sindaco-falcomata“Di certo non sarà una busta con dei proiettili a far desistere il Sindaco Falcomatà dall’azione amministrativa intrapresa nell’ottica del cambiamento. Se questi vigliacchi pensano che così facendo lo possano intimidire o spaventare si sbagliano, perché lui non è solo. Noi siamo con lui, come tutte le persone laboriose ed oneste che sono la stragrande maggioranza che abitano la nostra Città Metropolitana”. L’Associazione dei Sindaci dell’Area Grecanica, per tramite del suo Vicepresidente – il Sindaco di Bova Marina Vincenzo Crupi -, condanna il gesto intimidatorio subito dal Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. Gli esprime solidarietà e lo invita ad andare avanti nel suo percorso di cambiamento improntato ai valori della legalità e della giustizia sociale “L’ennesimo atto intimidatorio subito dal Sindaco Falcomatà – si legge nella nota – dimostra che il lavoro intrapreso a Reggio Calabria sta iniziando a dare i suoi frutti. Un lavoro che mette al primo posto il bene comune. Negli ultimi anni la Città si sta rialzando. Ma la ‘ndrangheta continua a voler ostacolare tale percorso di rinascita in tutti i modi violenti possibili. Non possiamo dimenticare che, nei giorni scorsi, è stato bruciato un asilo, che sarebbe stato inaugurato di lì a poco. Questi criminali hanno paura perché stanno cominciando a intravedere il cambiamento, soprattutto culturale, che è stato avviato in città”. “Come Associazione dei Sindaci dell’Area Grecanica – conclude la nota il Vicepresidente Crupi –chiediamo al Sindaco Falcomatà di non fare un passo indietro, anzi di continuare a farne tanti in avanti tutti insieme nell’interesse di tutti i cittadini metropolitani.”