La Femminile diventa “Veressenze Messina” e sabato debutta in campionato contro la Cassa Rurale Pontinia

giusi-prisaRiparte sabato 12 novembre a Pontinia, in provincia di Latina, la nuova avventura della formazione femminile dell’Handball Messina, che nella gara d’esordio del torneo di 2^ Divisione Femminile (Girone D) affronterà il “sette” della Cassa Rurale Pontinia. Fischio d’inizio alle ore 18, con direzione arbitrale affidata alla coppia Visciani-Mastromattei. Tra le principali novità della stagione, oltre alla nuova guida tecnica affidata a Nicolae Catalin e all’arrivo della forte giocatrice tedesca Marie Christin Nieswand, anche il nome della squadra, che quest’anno sarà Veressenze Messina, in onore a una delle aziende che sostiene il progetto della società del presidente Enzo Marino. Obiettivo prioritario sarà quello di far crescere le numerose atlete provenienti dal vivaio e integrarle alla perfezione con le tante giocatrici esperte presenti in rosa, come ad esempio il capitano Luisa Chillè, il pivot Carmen Tandurella o il portiere Rosaria Musumeci. Una squadra, quella di mister Catalin, che tenterà ovviamente di imporre il proprio gioco con un occhio di riguardo anche alla classifica, sperando di poter migliorare il piazzamento della scorsa stagione, con Prisa e compagne giunte al secondo posto finale del proprio raggruppamento al termine della “fase a orologio”.

Alla vigilia della sfida di sabato questo il pensiero di Nicolae Catalin: “Dopo settimane passate in palestra a migliorare la condizione fisica e lavorare sotto il profilo tecnico-tattico, finalmente siamo arrivati al debutto in campionato. La squadra sta bene, potrò contare sull’intero gruppo a eccezione della nostra straniera, che salterà questo primo impegno per motivi personali.  Le ragazze – conclude il tecnico della Veressenze Messina – sono abbastanza cariche e motivate a far bene anche se, giocando in trasferta, siamo consapevoli che le insidie non mancheranno”. A suonare la carica ci pensa anche Luisa Chillè: “La squadra è pronta per questa nuova avventura e, dalle più grandi ed esperte fino alle più giovani, non vediamo l’ora di entrare in campo per dare il nostro contributo. Quest’anno sarà un campionato molto intenso e combattuto, anche per il fatto che nel nostro girone troveremo delle squadre che non abbiamo mai affrontato e conosciamo poco. L’obiettivo è quello di fare un campionato di vertice, dando comunque spazio alle giocatici più giovani per un giusto ricambio generazionale. Il match di sabato – prosegue il capitano - è la prima tappa del nostro percorso, sarà un test importante per provare a verificare sul campo la nostra condizione e quindi ci teniamo a partire bene e portare a casa i primi punti in classifica”.