Juve e Milan: vittorie con il brivido, vola l’Atalanta, l’Empoli ritrova la vittoria

Juventus e Milan soffrono ma ottengono i tre punti contro Chievo e Palermo, l’Atalanta affonda il Sassuolo, pareggio tra Genoa e Udinese. Nel match delle 12:30 l’Empoli ritrova la vittoria dilagando sul Pescara

Foto LaPresse - Alessandro Fiocchi

Foto LaPresse – Alessandro Fiocchi

La dodicesima giornata di Serie A regala tantissime emozioni in questa domenica ricca di gol e risultati importanti ; si inizia alle 12:30 con lo scontro salvezza Pescara-Empoli. Gli uomini di Oddo arrivano dalla sconfitta con il Milan,vogliosi di ottenere i 3 punti contro i toscani che “vantano” il peggior attacco dalla Serie A; ma quando meno te l’aspetti,ecco il vantaggio della squadra di Martusciello con l’instancabile “Big Mac” Maccarone che porta in vantaggio i suoi grazie a uno splendido assist di Pucciarelli. Poco più tardi i due si invertono i ruoli e tocca a maccarone confezionare un assist al bacio per il numero 20; prima della fine del primo tempo arriva anche la doppietta per Maccarone imbeccato da Saponara. Nel secondo tempo l’Empoli amministra il vantaggio e al minuto 89′ rifila il poker agli abruzzesi con Riccardo Saponara che esulta in lacrime (non trovava il gol da 329 giorni); Empoli quindi che raggiunge quota 10 punti mentre Oddo,approfittando della sosta,dovrà studiare una soluzione per il suo Pescara prima che sia troppo tardi.

Continua la sua corsa in vetta alla classifica la Juventus di Max Allegri che espugna anche il Bentegodi per  2-1.Accade tutto nella ripresa,prima Mandzukic,ben servito da Cuadrado, sigla il vantaggio con un destro ravvicinato a incrociare, poi arriva il pareggio del Chievo con l’eterno Sergio Pellissier che non sbaglia dal dischetto,festeggiando al meglio la presenza numero 400 in A. La Juve soffre,il pareggio sembra l’unico risultato possibile ma al minuto 75 ci pensa Miralem Pjanic a scacciar via le paure con la specialità della casa : il calcio di punizione;palla all’incrocio e 1-2 Juventus. Nel finale sofferenza bianconera prima del triplice fischio dell’arbitro che regala alla Juventus 3 punti preziosi per la classifica che mantiene 5 punti di vantaggio sul Milan secondo  in classifica.

Vittoria lontano dalle mura amiche anche per il Milan che sbanca il Barbera,piazzandosi al 2 posto in attesa del posticipo Roma-Bologna. Parte forte la squadra di Montella che approfitta di un’indecisione di Posavec che non trova il pallone su un cross innocuo,servendo su un piatto d’argento il pallone del vantaggio a Suso che realizza a porta sguarnita. Nella ripresa il Palermo trova il pareggio con il solito Nestorovski (6 gol nelle ultime 9 partite) che si inserisce a fari spenti nell’area rossonera e trafigge Donnarumma;il Milan non ci sta,prova più volte a scardinare la difesa rosanero con Suso ma Posavec si trasforma in saracinesca.Montella gioca la carta Lapadula per Bacca,ed è proprio il numero 9 a siglare il gol dell’1-2 con uno splendido colpo di tacco sul tiro dal limite di Suso. Il Palermo rimane quindi in penultima posizione 6 punti,ottenuti tutti in trasferta.

Continua a sognare l’Europa l’Atalanta di Gasperini che al Mapei Stadium sconfigge per 3-0 un Sassuolo irriconoscibile;come successo settimana scorsa con il Genoa,i bergamaschi mettono la partita in cassaforte già nei primi 45′ di gioco con i gol di Gomez ,a botta sicura dopo una respinta corta di Consigli,Caldara con un bel gol al volo su un cross dalla sinistra, e di Conti, dagli sviluppi di un calcio d’angolo.Vittoria meritatissima per l’Atalanta che,nonostante le traverse colpite da Defrel e Politano,ha surclassato sul piano tattico e tecnico gli 11 di Eusebio DI Francesco.

Infine a Marassi,Genoa e Udinese si dividono la posta in palio con 1-1 che accontenta entrambe le formazioni incapaci di trovare lo spunto decisivo per la vittoria.Gli ospiti passano in vantaggio con l’inarrestabile Cyril Thereau (5 gol nelle ultime 4 partite) ma vengono poco dopo raggiunti con il gol di Ocampos (primo centro per lui in Serie A) che realizza di testa su un ottimo cross di Edenilson.Nella ripresa il Genoa ha la possibiltà del 2-1 al minuto 92′ ma Pavoletti,dopo una serie di rimpalli,non riesce a battere Karnezis. Il Genoa quindi torna a far punti dopo il tonfo di Bergamo mentre per l’Udinese continua la sua striscia di risultati utili con 7 punti in 9 gare.

La 12.ma giornata si concluderà in serata con i posticipi delle 18 Fiorentina-Sampdoria,Inter-Crotone e con Roma-Bologna delle 20:45.

Claudio Corso