Intimidazioni ai Sindaci di Bruzzano e San Lorenzo, Falcomatà: “situazione inquietante”

LaPresse / Roberto Monaldo

LaPresse / Roberto Monaldo

“La recrudescenza degli attacchi criminali ai sindaci è inquietante e richiede una forte risposta da parte della società civile e delle forze dell’ordine”. Lo afferma in una nota il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà dopo gli atti criminali ai sindaci di Bruzzano e San Lorenzo.

“Francesco Cuzzola sindaco di Bruzzano e Bernardo Russo sindaco di San Lorenzo sono due uomini coraggiosi e determinati ma non devono essere lasciati soli. Gli attacchi che hanno subito presentano una doppia valenza poiché hanno colpito le loro attività imprenditoriali che garantiscono decine di posti di lavoro, e la loro immagine istituzionale. La protervia criminale ha inoltre inviato un avvertimento chiaro al Sindaco di Bruzzano che aveva “osato” conferire la Cittadinanza Onoraria all’Arma dei Carabinieri. La distruzione di 400 alberi di bergamotto è un messaggio inequivocabile: la ‘ndrangheta vuole il controllo del territorio e non tollera ingerenze istituzionali né, tantomeno, virtuose attività imprenditoriali. Il rilancio industriale attraverso il Bergamotto e la presenza delle Forze dell’ordine sul territorio sono un micidiale pericolo per la criminalità organizzata. Bisogna continuare con determinazione a sostenere chi porta avanti con sacrificio l’affermazione della legalità, l’attacco dimostra chiaramente che siamo nella direzione giusta”.