Il reggino Vincenzo Sgrò campione italiano di dama

foto-sgroIl quattordicenne reggino Vincenzo Sgrò, tesserato per il circolo damistico “ASD CD Nuovi Orizzonti” di Reggio Calabria presieduto dall’ing. Giorgio Ghittoni, si è laureato campione italiano al 58° Campionato Italiano di dama italiana – Terzo Gruppo, organizzato dalla Federazione Italiana Dama. Alla più importante competizione damistica dell’anno, che si è svolta a Capo d’Orlando (ME) dal 10 al 13 novembre 2016 presso l’hotel “La Tartaruga”, hanno partecipato i migliori damisti italiani che si sono sfidati in gare equilibrate e dal risultato incerto fino al termine. Vincenzo, nonostante fosse di gran lunga l’atleta più giovane della competizione, è riuscito a sbaragliare la concorrenza ed a trionfare, dopo aver disputato ben 11 turni di gioco, in un raggruppamento composto da 18 atleti provenienti da ogni parte della penisola. Dopo numerosi campionati italiani vinti a livello giovanile, è arrivata per Vincenzo la sua definitiva consacrazione poiché l’ennesima vittoria iridata, questa volta, è stata ottenuta in una manifestazione nel corso della quale ha dovuto competere con damisti ben più adulti ed esperti di lui. Da segnalare l’ottima prestazione di Domenico Fabbricatore, altro atleta reggino che ha concluso la competizione al 4° posto, a pari punti con il terzo classificato ma penalizzato soltanto da un peggior quoziente. Con questa affermazione va evidenziato che Vincenzo è riuscito a riportare il titolo italiano – Terzo Gruppo nella città di Reggio Calabria dopo ben quattordici anni. Infatti, l’ultimo damista reggino che era riuscito a vincere il campionato italiano – Terzo Gruppo era stato il Maestro Dario Ghittoni, figlio dell’attuale presidente del sodalizio “ASD CD Nuovi Orizzonti”, che lo aveva conquistato nel lontano 2002. Vincenzo, oltre a coltivare la passione per la disciplina sportiva della dama, frequenta il 2° anno al Liceo Scientifico “Alessandro Volta” di Reggio Calabria – sezione sportiva dove ha dimostrato di essere uno studente modello con una indubbia predisposizione per le materie scientifiche e matematiche, come comprovato sia dal terzo posto conquistato alle recenti finali nazionali dei “Giochi Matematici del Mediterraneo” (categoria S4), che si sono svolte a Palermo, che dall’ottimo piazzamento ottenuto alle finali nazionali dei “Campionati Internazionali di Giochi Matematici” (categoria C2), che si sono svolte presso l’Università “Bocconi” di Milano.