Il “pmi day 2016” di Confindustria Reggio Calabria, 500 studenti in visita alle aziende del territorio

pmi-day-2016-1Rafforzare il dialogo tra scuola e impresa per favorire il rinnovamento del tessuto imprenditoriale e l’inserimento di future risorse nel mondo del lavoro è l’obiettivo per il quale il comitato Piccola industria di Confindustria Reggio Calabria, ha promosso un tour per gli studenti reggini attraverso le più significative realtà produttive della provincia. Inserito nell’ambito del Pmi Day, iniziativa nazionale giunta alle settima edizione che ha puntato quest’anno sui temi della legalità, del lean management e sulla tutela del made in, l’evento fa dell’alternanza scuola/lavoro un importante strumento volto a far conoscere le eccellenze del territorio, stimolando nei giovani uno scambio costruttivo. Circa 500 alunni, provenienti dagli istituti superiori della provincia, accompagnati dalla delegazione di Confindustria Reggio Calabria hanno visitato le 16 aziende aderenti al progetto. “Oggi l’imprenditore – afferma il presidente di Piccola industria Reggio Calabria Ninni Tramontana – è particolarmente attratto dal confronto con i ragazzi perché ha capito che investire sul capitale umano è di fondamentale  importanza per il futuro dell’azienda stessa. Questa giornata è infatti dedicata ai giovani che, prendendo visione del ciclo produttivo e del lavoro dell’imprenditore, hanno l’occasione di accrescere il proprio bagaglio di conoscenze acquisendo un’esperienza profondamente formativa”. Al porto di Reggio Calabria, la ‘Meridiano lines’ ha accolto gli studenti dell’istituto tecnico  Raffaele Piria, mentre i ragazzi dell’istituto industriale ‘Panella Vallauri’ hanno potuto esaminare da vicino il processo di produzione di carrozzerie ferroviarie dell’azienda Buonafede di Archi. La Mauro caffè ha aperto le porte agli alunni dell’istituto commerciale ‘Familiari’ di Melito Porto Salvo, invitando i ragazzi a riflettere sul profondo cambiamento in atto nel settore. “La grande tecnologia sta influenzando l’approccio al mondo del lavoro, anche in termini di rimodulazione del valore delle risorse umane – osserva il direttore generale dell’azienda Michele Rizzo – E’ importante farsi trovare pronti al cambiamento, capire cosa bisogna fare per agevolare questo passaggio ed in quest’ottica la conoscenza della realtà che ci circonda e la consapevolezza di sé aiutano ad essere recettivi a ciò che il mercato del lavoro offre”. “Menti giovani e fresche riescono con più facilità ad anticipare i trend ed affacciarsi sul mercato globale in maniera pronta e veloce”, evidenzia il direttore del settore sviluppo Giuseppe Quattrone. Diverse sono le ditte che hanno voluto illustrare ciò che di buono si fa sul territorio (‘Attinà & Forti’, ‘Azienda vinicola Tramontana’, ‘Gdl’, ‘Istituto clinico De Blasi”, ‘Medcenter Container Terminal’, ‘Polidata’, ‘Mangiatorella’, ‘Buonafede’, ‘Fattoria della Piana’, ‘Diano cementi’, ‘Labecom’, ‘Meridian viaggi e miraggi’ e l’oleificio ‘Capogreco’). L’iniziativa ha coinvolto gli studenti dell’Istituto d’istruzione superiore ‘Familiari’ di Melito Porto Salvo, l’istituto superiore ‘Einaudi’ di Palmi e delle scuole di Reggio Calabria: Itc ‘Piria’, Iti ‘Panella-Vallauri’, Ipi ‘Fermi Boccioni’, Itc ‘Ferraris’, Liceo scientifico ‘Da Vinci’ e Lsu ‘Gulli’.