Giro d’Italia, due ipotesi per la partenza della 6ª tappa a Reggio Calabria: tutto dipenderà dai lavori del Corso Garibaldi

Giro d’Italia, ecco le due ipotesi per la partenza della sesta tappa in programma per giovedì 11 maggio 2017 a Reggio Calabria

7 May 200588th Giro d'ItaliaPrologue : Reggio CalabriaPhoto : Yuzuru SUNADASi sono conclusi i primi sopralluoghi degli organizzatori del Giro d’Italia a Reggio Calabria, città selezionata per la partenza della 6ª tappa del Giro del Centenario in programma per giovedì 11 maggio 2017, il giorno successivo all’arrivo a Messina previsto nella frazione precedente. E’ grande l’attesa dei reggini che vogliono conoscere il percorso dettagliato del Giro per capire se potranno osservarlo dalla finestra di casa.

Il Villaggio Rosa, con ogni probabilità, verrà allestito sul Lungomare Falcomatà, intorno a piazza Indipendenza, la zona che offre i più ampi spazi per ospitare tutta la Carovana del Giro d’Italia. Le ipotesi per la partenza sono due: si partirà certamente dal Lungomare, in direzione Sud percorrendo tutta la via Marina fino alla Stazione Centrale, per poi salire sul Corso Garibaldi transitando accanto ai recenti straordinari ritrovamenti archeologici, e percorrendo il Corso Garibaldi in direzione Nord, tornando così indietro verso settentrione dove i corridori risaliranno in un solo giorno tutta la Regione. Questa seconda parte del percorso cittadino, ovviamente, è legata all’esito dei lavori del Corso Garibaldi: se entro quella data saranno completati, il gruppo percorrerà tutto il Corso Garibaldi fino a Piazza De Nava, transitando accanto al Museo che custodisce i Bronzi di Riace ed è stato recentemente riaperto dopo la ristrutturazione. Da lì, il plotone percorrerà via Roma e Santa Caterina, per poi arrivare al chilometro zero fissato nella zona di Pentimele: lì inizierà la vera e propria corsa dopo la sfilata del gruppo nel centro cittadino.

Se invece i lavori del Corso Garibaldi non saranno ancora completati, il gruppo risalirà la principale via della città soltanto da Piazza Garibaldi a piazza Italia, scendendo di nuovo sul Lungomare dal tratto di Palazzo San Giorgio e percorrendo la via Marina alta (Corso Vittorio Emanuele) verso Nord.

L’intenzione degli organizzatori e dei tecnici Comunali, guidati da Nino Zimbalatti che non è più assessore ma sta continuando ad occuparsi dell’organizzazione di quella che sarà una delle giornate più belle e importanti della storia della città, è quella di valorizzare al massimo l’Arena Ciccio Franco, il luogo che da’ l’immagine più bella del Lungomare, affacciata alla Sicilia. Come, è ancora da vedere. Non ci sono ancora scelte definitive, tutto verrà definito in modo ufficiale tra gennaio e febbraio quando gli organizzatori del Giro torneranno in città per una definitiva pianificazione della 6ª tappa.