Crisi dell’Hospice di Reggio Calabria, Nicolò: “nessuna risposta dalla Regione”

hospice“Il persistente stato di crisi dell’Hospice di Reggio Calabria, già segnalato con una mia interrogazione al presidente della Regione lo scorso maggio, rimane ancora senza risposta da parte dell’esecutivo”. Lo afferma in una dichiarazione il capogruppo a Palazzo Campanella di Forza Italia, Alessandro Nicolò. L’Hospice di Reggio Calabria è parte integrante della rete di assistenza territoriale dell’ Asp di Reggio Calabria – prosegue Nicolò – ed è gestito dalla fondazione “Via delle Stelle”. I suoi operatori, con grande spirito di sacrificio e rinunce economiche, continuano a lavorare ed assistere i pazienti nonostante la gravissima situazione di stallo amministrativo e di incertezza sul futuro della struttura. Come spesso segnalato dai sindacati del settore sanità – prosegue Nicolò – l’Hospice avrebbe bisogno di quell’attenzione da parte dell’Asl per rimuovere le cause della crisi gestionale patente restituendo serenità agli operatori ed alle famiglie dei degenti”. “I fatti che aggravano la già precaria gestione della struttura – continua Alessandro Nicolò – riguardano l’inefficace implementazione delle risorse, soprattutto quelle legate agli aspetti finanziari, una insufficiente capacità organizzativa che dà luogo ad un governo troppo oneroso della Fondazione, rispetto agli obiettivi da raggiungere”. “Le azioni di controllo e vigilanza sulla Fondazione “Via delle stelle” sarebbero auspicabili affinchè lo stato di crisi non divenga irreversibile, a discapito di tutti gli stakeholders, compresi gli oltre cinquanta dipendenti”. “Il fine di questo controllo è quello di salvaguardare un bene prezioso per la collettività che possa garantire un uso attento e misurato delle risorse pubbliche. Peraltro – dice ancora Alessandro Nicolò – sulla scia dell’esperienza reggina, altri Hospice sono in corso di accreditamento in altre province della Calabria proprio perché viene riconosciuto il ruolo sociale e sanitario a tali tipi di strutture. Se le scelte di politica sanitaria, almeno per questa specialistica, sono abbastanza chiare ed hanno un quadro di riferimento nazionale, allora – termina il capogruppo di Forza Italia – è indispensabile che il dipartimento della Salute o la struttura commissariale, attivino urgentemente le procedure amministrative necessarie per stabilizzare funzionalità e continuità delle prestazioni all’Hospice di Reggio Calabria”.