Catanzaro: riunione organizzativa per l’allestimento della Mostra su San Francesco

San Francesco di Paola - MessinaIl Presidente della  Regione Mario Oliverio ha presieduto, nella sede della Cittadella,  un incontro con i componenti del Comitato scientifico che curerà l’allestimento della  Mostra su San Francesco di Paola. Erano, tra gli altri, presenti Sua Eccellenza Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, Arcivescovo della Diocesi di Reggio-Bova, ed il segretatio regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact) Salvatore Patamia. L’esposizione sarà ospitata nella sala museo della Cittadella regionale. Durante la riunione si è discusso dei contenuti del progetto, di come sviluppare il racconto della vita del Santo, degli appuntamenti e degli itinerari turistici che si dovranno organizzare intorno all’evento. Per il Presidente Oliverio, la mostra dovrà  servire  a  raccontare  la Storia del Santo e, allo stesso tempo, dovrà essere un’occasione  per riflettere sulla sua forte personalità, sotto il profilo umano, attraverso una rappresentazione agile, rivolta, in modo particoloare, ai giovani.    Il Presidente ha, poi, annunciato che la nuova Fondazione “ Film Commition” pubblicherà presto  un bando per una sceneggiatura sulla figura di San Francesco. Mons. Morosini, dal canto suo, ha  sottolineato l’importanza dell’opportunità data dal Presidente Oliverio di poter far svolgere questa manifestazione nella “Casa dei calabresi”. “E’ un fatto molto apprezzabile, questo, perchè si tratta di una mostra identitaria della Calabria,  che ritrova in questo Santo non solo il  senso della santità e della devozione ma quello della sua forte personalità di autentico calabrese. Allora  focalizziamo la nostra attenzione sugli eventi storici del tempo nei quali San Francesco ha giocato un ruolo importante, su quest’uomo contadino che è riuscito a polarizzare la politica europea in Francia”. Il segretario del Mibcat Patamia ha precisato che la mostra avrà una forte valenza identitaria con la Calabria che racconterà, però, anche il San Francesco europeo. Nel corso dell’incontro è emersa la necessità di ripercorrere, attarverso questo evento,  la Calabria al tempo di San Francesco, non con una mostra celebrativa e geografica legata solo alla devozione, ma con un allestimento diviso in sezioni per la raccolta degli atti documentari, delle iconografie, delle sculture, delle testimonianze pittoriche, della storia del Santo. Tra l’altro, intorno alla mostra, saranno organizzati degli itinerari turistici sui luoghi del Santo che si dovranno sviluppare  anche in foma di Cammino.