Calabria, tutto pronto per EFIMED Week 2016

logo_alforlab-grande_stampa-600x600Presso il County Resort Popilia di Maierato (VV), dal 7 al 9 di novembre, si svolgerà la EFIMED Week 2016. L’evento é organizzato dal European Forest Institute (EFI), in collaborazione con il CNR, l’Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (ISAFOM), l’Università degli studi della Tuscia, la Rete Mediterranea delle Foreste Modello ed i progetti ALFORLAB (Laboratorio pubblico-privato) e BEWATER, che promuove il dialogo tra scienza e società per una gestione sostenibile dell’acqua. Le ultime tre edizioni si erano svolte in Tunisia, Spagna e Grecia. Argomenti principali di questa settimana d’incontri e seminari saranno gli avanzamenti del settore forestale Smart, la bio-economia e le iniziative d’integrazione sociale (Smart Mediterranean forestry, bioeconomy and social integration). La EFIMED Week 2016 si interrogherà su come le foreste del Mediterraneo possano contribuire in maniera più efficace alla generazione di nuovi e innovativi posti di lavoro ed a favorire l’integrazione sociale, con una particolare attenzione ai fenomeni migratori e alla drastica marginalizzazione delle popolazioni rurali. Queste tematiche saranno affrontate tenendo in considerazione le opportunità derivanti dalla rapida espansione del suolo forestale mediterraneo da una parte e, dall’altra, le impellenti necessità di gestire attivamente i boschi per la riduzione del rischio d’incendio, conservare la biodiversità, mitigare il cambio climatico e contribuire a strategie di sicurezza alimentare, energetica ed idrica. I partecipanti avranno la possibilità di conoscere esempi di silvicoltura sociale in Calabria ed altre regioni, con l’opportunità di apprendere pratiche di sviluppo innovative di gestione forestale applicate nell’area mediterranea. Inoltre, si avvieranno discussioni sullo stato dell’innovazione sociale nel mediterraneo per identificare gli elementi chiave necessari per fomentare una nuova bio-economia forestale, sostenibile e giusta. Tra i relatori confermati che parteciperanno all’evento, vi sono: Rosanna Quagliariello (CIHEAM, Italia; Hamed Daly-Hassen, INRAT (Tunez); Spyridon Mamalis (U. Kavala, Grecia); Petra Isabella Schwarz (BFW, Austria) o Roser Maneja (Unesco Centre Mediterranean Reserves of the Biosphere, Catalonia). L’evento includerà anche, come attività conclusiva, una visita al parco regionale de Le Serre, dove l’impresa Poletto gestisce 2000 ettari di boschi e piantagioni; in seguito si visiterà la Riserva naturale di Mongiana, dove si avrà la possibilità di conoscere un’innovativa iniziativa di gestione delle faggete mediterranee.