BCC Cittanova: i soci si esprimeranno sul progetto di fusione

la-sede-centraleÈ fissata per domenica prossima, 27 novembre, alle ore 9,30 l’Assemblea dei Soci della Banca di Credito Cooperativo di Cittanova per l’approvazione del progetto di fusione per incorporazione della BCC di Montepaone (CZ). Un momento storico e, al contempo, strategico per il rafforzamento dell’importante Istituto di Credito cittanovese. Sempre domenica i Soci della realtà catanzarese voteranno per il medesimo progetto. Obiettivo cruciale di questo percorso la nascita della BCC Sud Calabria: una banca solida, dinamica, che manterrà sede legale e direzione generale a Cittanova e che, soprattutto, sarà chiamata a scrivere una pagina nuova di impegno bancario al servizio del territorio, delle famiglie, delle attività produttive. Dopo circa un anno di lavoro incessante da parte dei soggetti coinvolti e dopo l’approvazione del progetto industriale di fusione da parte di Banca d’Italia (18 ottobre u.s.), ora toccherà ai Soci dare l’approvazione definitiva all’operazione. Gli obiettivi sono chiari: rendere la BCC di Cittanova protagonista del cambiamento in atto, a tutti i livelli, rispondendo con decisione alle istanze del territorio e, ancora, interpretando con lungimiranza gli indirizzi dettati dalla nuova riforma del Credito Cooperativo e dalla Banca Centrale Europea. “Alle spalle abbiamo un passato vincente che è parte integrante della storia di questo territorio – spiega il Presidente dott. Giuseppe Cosentino – e di questo passato siamo orgogliosi. Oggi, tuttavia, siamo chiamati a proiettare questo Istituto nel futuro, consapevoli delle difficoltà del contesto in cui ci troviamo ad operare. La fusione per incorporazione con la BCC di Montepaone, anch’essa solida, è un fatto importante, che ci consente di anticipare le sfide future, aprendo una nuova fase di crescita”. Per il Direttore Generale dott. Francesco Intrieri: “Arriviamo a questo appuntamento con la consapevolezza di essere stati riconosciuti come punto di riferimento credibile e solido per un territorio ampio. Il futuro va abbracciato con convinzione, scommettendo sulle idee e sulla progettualità. Quelle stesse idee e quella stessa progettualità che hanno trovato il sostegno di Banca d’Italia e della Federazione delle BCC calabresi che ringraziamo per l’importante sostegno. Stiamo costruendo una Banca moderna, che intende governare e non subire il cambiamento”.