Apertura Cardiochirurgia a Reggio Calabria: le parole di Oliverio

cardiochirurgia“Da più parti si riteneva che l’investimento fatto per la realizzazione di cardiochirurgia a Reggio Calabria fosse da annoverare nell’elenco degli sprechi della pubblica amministrazione. Impedimenti e ritardi facevano di cardiochirurgia un’altra grande incompiuta. Infatti la gara per la realizzazione di cardiochirurgia e la dotazione delle tecnologie è stata bandita all’inizio del 2007 con un finanziamento di circa 18 milioni di euro. Utimata e collaudata nel 2011 ( e mai entrata in funzione ) ha determinato una voce economica in passivo costituita dal leasing delle attrezzature e dai costi di manutenzione. Addirittura nel febbraio 2015 sono state attivate iniziative da parte della magistratura per accertare l’entità del danno e le relative responsabilità. È ancora vivo il ricordo del blitz che operò la guardia di finanza agli inizi dell’anno 2015 presso gli uffici dell’azienda ospedaliera. Al momento del mio insediamento alla presidenza della giunta regionale ho iscritto il completamento di cardiochirurgia tra le priorità assolute nella azione di governo della Regione. Fu proprio a conclusione di un sopralluogo da me fatto nelle settimane successive al mio insediamento presso l’ospedale di Reggio che ho ribadito quell’impegno e assunto le iniziative conseguenti affinché il servizio di cardiochirurgia diventasse realtà per contribuire ad interrompere il circuito perverso della emigrazione di tanti calabresi per la tutela e la cura della propria salute. Altrettanto abbiamo fatto per la attivazione della PET“, è quanto scrive in una nota Mario Oliverio, presidente della Giunta regionale della Calabria.

L’apertura – prosegue- e l’avvio di cardiochirurgia insieme alla inaugurazione delle nuove attività di Pronto Soccorso, Chirurgia Robotica, Neonatologia con terapia intensiva neonatale e terapia intensiva cardiochirurgica sono la dimostrazione che dalle promesse siamo passati ai fatti. Nonostante le limitazioni imposte da una gestione commissariale a cui da sei anni è stata affidata la sanità calabrese abbiamo operato come Regione in questa prima fase di legislatura per cambiare il volto della sanità a Reggio Calabria. Abbiamo puntato sulla riqualificazione dei servizi e l’innovazione tecnologica. La giornata odierna è la prova che gli impegni da noi assunti sono rispettati. La Calabria ed i calabresi hanno bisogno di una politica capace di produrre fatti e di lasciarsi alle spalle le chiacchiere. Quella di oggi è una giornata solenne per Reggio Calabria perché assumiamo contestualmente il concreto impegno per il finanziamento e la realizzazione del nuovo ospedale a Reggio Calabria. Dopo questa prima fase di governo della Regione, contrassegnata da intenso lavoro per impostare l’azione amministrativa nei diversi settori della vita regionale, incominciano a concretizzarsi risultati importanti come quello di oggi a Reggio Calabria, a cui seguiranno via via altrettante realizzazioni ed opere in direzione del riscatto della crescita economica e sociale della nostra terra”, conclude.