Alitalia via da Reggio Calabria, Dieni: “colpa della politica, Oliverio irresponsabile”

alitalia aeroporto reggio“L’attuale situazione dell’aeroporto di Reggio Calabria dimostra che non c’è limite al peggio e mette in luce le gravissime e imperdonabili colpe della politica regionale e reggina, capace di far scappare perfino l’ex compagnia di bandiera“. È quanto dichiara la deputata del M5S Federica Dieni. ”Alitalia avrebbe infatti dichiarato la volontà di non volare più dal “Tito Minniti”, a partire dalla prossima settimana – prosegue la parlamentare –a causa delle perdite accumulate nel corso del tempo. Se la notizia fosse confermata, assisteremmo al de profundis per uno scalo già costretto ad affrontare la crisi irreversibile della Sogas ma soprattutto per un’intera città che risulterebbe tagliata fuori dal resto d’Italia e d’Europa. Per non parlare delle 50 famiglie dei dipendenti in servizio all’aeroporto che si ritroverebbero in mezzo a una strada dall’oggi al domani e del mancato indotto legato allo stop ai voli, che metterebbe in ginocchio una città già fiaccata dalla stagnazione economica”. ”L’addio di Alitalia – aggiunge Dieni – è tanto sconcertante quanto incomprensibile, dal momento che i collegamenti con Roma e Milano registrano quotidianamente un gran numero di passeggeri. Dunque, sarebbe impossibile per il presidente della compagnia, Luca Cordero di Montezemolo, usare la scusa delle perdite economiche per giustificare la scelta di lasciare il “Tito Minniti”. La deputata osserva ancora: “quanto sta accadendo in Calabria in queste ultime settimane è, infatti, oltremodo sospetto. Prima il fallimento di Sogas, poi la chiusura dell’aeroporto di Crotone e infine l’ultima mazzata di Alitalia che vuole andar via da Reggio. Se volessimo essere maliziosi, potremmo pensare che dietro a tutte queste manovre inedite esista un piano oscuro ma comunque ben studiato per favorire interessi inconfessabili. Ed è sintomatico, a tal proposito, il fatto che venerdì scorso il governatore Oliverio abbia irresponsabilmente disertato l’incontro convocato a Roma con l’ex compagnia di bandiera”. “Noi – sottolinea Dieni – dobbiamo in ogni caso rimanere ancorati ai dati di fatto, che dicono una cosa sola: la politica messa in atto dallo stesso Oliverio, dal sindaco di Reggio Falcomatà e dal presidente della Provincia Raffa ha ampiamente fallito il suo compito, visto che oggi ci ritroviamo con un aeroporto sull’orlo della chiusura malgrado i loro continui annunci e le loro ipocrite promesse”. ”La speranza – conclude l’esponente 5 stelle – è che, almeno adesso, i responsabili di questa situazione si attivino con ogni mezzo per evitare anche questo fallimento. Ammesso che lo vogliano”.