Aeroporto dello Stretto, AN: “Falcomatà fa solo promesse”

aeroporto dello stretto“La città scende spontaneamente in piazza, senza bandiere e colori, perché si rende conto che sta per perdere il proprio aeroporto e il Sindaco, per giustificare la sua assenza e quella di tutte le altre istituzioni, parla di divisioni e continua ad indugiare in promesse da marinaio insieme al suo compagno di partito Oliverio. Qualcosa non torna nel conto di come dovrebbe essere intesa la funzione pubblica di chi è preposto a ruoli istituzionali per avere ricevuto un mandato di rappresentanza, che deve essere sempre presente nei pensieri, negli atteggiamenti e nelle conseguenti azioni che si intraprendono. A questi signori va ricordato che la cosa pubblica è pubblica e cioè dei cittadini e che questi ultimi sono stufi delle mere dichiarazioni di intenti. Scendono in piazza perché  vogliono i fatti. Ed i fatti fino ad oggi dicono zero. Il peso politico che si millanta in quel di Roma equivale a “peso piuma” ed anzi subisce i numeri negativi di chi è subordinato alle direttive dei piani più alti. Così i reggini assistono inermi ad attese di rimpasto che Roma blocca sino all’esito referendario”, è quanto scrive in una nota il Coordinamento Reggino Azione Nazionale. “Ed in cambio di inopportune (per chi esercita una funzione pubblica di rappresentanza e gestione nei confronti di tutta la cittadinanza) campagne referendarie - prosegue la nota- promette metropolitane i cui finanziamenti e progetti (delle precedenti amministrazioni!!) esistevano già ed anzi vengono decurtati. In sostanza, questo è il prezzo che deve pagare una amministrazione senza spessore politico, incapace di difendere il territorio e che si genuflette quotidianamente agli ordini impartiti dai vertici del PD reziano. Quello stesso PD che sta invadendo i mezzi di comunicazione con una occupazione senza precedenti, sfoggiando quell’arroganza istituzionale alla quale ci ha abituato perché ormai consapevole che i cittadini hanno scelto contro di loro. Altro che la normalità, caro Sindaco. All’orizzonte della città dello stretto i reggini continuano a vedere pesantissime nubi”, conclude la nota.