A Milazzo convegno sul progetto Nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down “Diritto ai Diritti”

i-6-partecipantiSolo acquisendo la piena consapevolezza dei diritti e dei doveri che spettano ai cittadini, può essere realizzata la piena inclusione sociale dei ragazzi con sindrome di Down. Un importante traguardo, in tale direzione, è stato raggiunto da sei giovani dell’Associazione Italiana Persone Down sezione di Milazzo e Messina che hanno preso parte al progetto nazionale “Diritto ai diritti”. Si è trattato di una grande iniziativa svoltasi nel corso dell’ultimo anno che ha coinvolto ben 135 ragazzi con sindrome di Down da ogni parte d’Italia. Si è fatto il punto sabato pomeriggio a Milazzo nel corso di una conferenza alla quale sono intervenuti Roberto Caizzone, presidente Aipd MilazzoMessina, la dott.ssa Maria Rosaria Gelo, responsabile locale del progetto e gli assessori alle politiche sociali di Milazzo e Roccalumera, rispettivamente, Giovanni Di Bella e Miriam Asmundo. «Partecipare alla vita sociale della comunità attraverso il proprio voto e la manifestazione delle proprie opinioni riteniamo sia un obiettivo fondamentale da raggiungere» ha spiegato la dott.ssa Gelo. Francesca, Claudia, Michele, Samuel, Mariagrazia, Benedetta hanno avuto l’occasione di confrontarsi non solo con i sindaci dei comuni di Milazzo e Roccalumera, ma hanno visitato le sedi delle due Camere del Parlamento italiano nel corso di una serie di viaggi formativi a Roma. Nel corso della conferenza è stato proiettato, inoltre, un documentario realizzato dall’Aipd nazionale che ha riassunto le fasi del progetto. «Far acquisire la piena consapevolezza dei diritti civili che spettano ai nostri ragazzi significa donare loro anche il diritto ad essere adulti» ha concluso il presidente Caizzone.

Luca Formica