A Bova Marina si svolgerà la cerimonia di consegna degli attestati di “Cittadinanza onoraria” ai bambini stranieri nati in Italia

Strada scorrimento veloce Bova–Bova MarinaCon lo slogan ”io sono italiano dalla nascita”, venerdì alle ore 09.30, presso il “Centro servizi teatrali e musicali” di Bova Marina, si svolgerà la cerimonia di consegna degli attestati di “Cittadinanza onoraria” ai bambini stranieri nati in Italia (Ius Soli). Alla cerimonia sarà presente Antonio Marziale, Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria, il Sindaco Avv. Vincenzo Crupi i rappresentanti del comitato Regionale dell’Unicef e la consulta giovanile. Quello di conferire la cittadinanza italiana ai minori nati in Italia figli di extracomunitari è semplicemente un’opera di buon senso, prima ancora che morale, etica e culturale. Bova Marina diventa infatti una “Città amica di bambini e degli adolescenti”. In attuazione della convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia, il Comune, con un’apposita delibera del Consiglio comunale, ha aderito al programma Unicef, finalizzato all’affermazione dell’uguaglianza dei diritti e all’eliminazione delle discriminazioni per tutti bambini e adolescenti di origine straniera che vivono, studiano e crescono in Italia. Così l’amministrazione del sindaco Crupi ha sposato questa campagna e ha deciso di concedere la cittadinanza onoraria a tutti i minori in età scolare nati in Italia e residenti nella cittadina ionica. L’Unicef si sta adoperando su questo versante affinché l’auspicata riforma della legge 91/1992 sulla cittadinanza avvenga in armonia con quanto sancito dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, in particolare con il principio di non discriminazione e quello del superiore interesse del minorenne ogni qualvolta ci si trovi a decidere di questioni che lo riguardano. Protagonisti della giornata gli alunni dell’Istituto comprensivo Bova Marina -Condofuri, diretto da Irene Mafrici, che hanno preparato dei disegni sul tema dello Ius Soli. Anche nell’ambito scolastico, infatti, è importante ribadire, la rilevanza dell’integrazione e della condivisione che rappresentano non solo una necessità, ma soprattutto un’occasione di crescita per tutti.