ViviKaulon alla XIX borsa mediterranea del turismo archeologico di Paestum per promuovere Monasterace

monasteraceViviKaulon si conferma tra le cooperative calabresi più attive nell’ambito della promozione  e valorizzazione del territorio. In vista della XIX Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum, la Regione Calabria ha invitato circa trenta tra le più importanti realtà nel settore turistico e culturale, per rappresentare proprio la Calabria. La Regione infatti, ha voluto essere affiancata da chi, con attività virtuose, opera nell’ambito dei beni culturali calabresi.

La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico è un evento dalla forte valenza internazionale, tra i più attesi perché l’unico interamente dedicato a questo settore, con circa 10.000 visitatori, 100 espositori, 20 Paesi esteri, 300 relatori, 58 conferenze, 120 operatori nel settore turistico, 100 giornalisti. Si tratta di un salone espositivo che riesce a far incontrare il variegato mondo dei beni archeologici e di tutto ciò che vi gira intorno: addetti ai lavori, operatori turistici e culturali, appassionati di archeologia, istituzioni, case editrici, aziende.

La cooperativa ViviKaulon opera ormai da anni nell’ambito della valorizzazione e promozione dell’antica Kaulon, odierna Monasterace, nella convinzione che in una società dominata dalla globalizzazione di pensiero sia sempre più necessario fare un passo indietro alla scoperta o riscoperta del proprio patrimonio culturale e delle proprie tradizioni. Nell’idea che la conoscenza delle origini storiche e culturali di un territorio sia il giusto punto di partenza per prendere maggiore consapevolezza di ciò che siamo stati. Monasterace con i suoi  immensi tesori culturali e archeologici, verrà quindi vista con una grande lente d’ingrandimento da tutta Italia e non solo.