Villa San Giovanni (Rc): il Teatro Primo è pronto ad accogliere una nuova e stimolante stagione

teatro-primoIl Teatro Primo è pronto ad accogliere una nuova, ricca e stimolante stagione di spettacolo dal vivo che offre un percorso avvincente tra testi classici e contemporanei, prosa, commedia e teatro-canzone. Una selezione attenta delle produzioni teatrali in tour, scelte in base ai parametri di attrazione e di divertimento senza mai trascurare la qualità. Un piccolo percorso studiato per il pubblico del Teatro Primo che troverà proposte sempre interessanti ed avrà l’occasione di gustare il conosciuto ma anche di scoprire le novità affidandosi alle proposte presentate dalla direzione artistica del teatro. 12 spettacoli.Infinite Emozioni. Ad inaugurare la stagione di prosa il 18 Novembre “Traditi” commedia in atto unico di Paola Ponti con Silvana Luppino e Tino Calabrò regia Christian Maria Parisi. Una produzione Teatro Primo: i segreti della vita amorosa in tutti i suoi aspetti…dalla passione alla tenerezza, dall’insofferenza al tradimento. Seguirà “Camposanto mon amour” commedia musicale scritta, diretta e musicata da Paride Acacia e Massimo Pino con le coreografie di Sarah Lanza. Un musical grottesco sulla morte e sulla rinascita. L’istrionico Lino Volpe sarà il protagonista di “Scala Napoletana” favola musicale brillante in scena il 14 gennaio, un racconto appassionante e divertente, una favola piena di colpi di scena, che proietta il pubblico tra i vicoli della Napoli bombardata durante la seconda guerra mondiale. Volpe interpreterà più di 18 personaggi, muovendosi tra dialoghi fitti, momenti divertenti, e gag irresistibili. Il 28 gennaio in scena “Odissea” la cui storia sarà riproposta in chiave contemporanea da Giorgio Castagna ed Eleonora Angioletti per la regia Livio Valenti. In Febbraio toccherà al dramma “Destinazione Sconosciuta” di Valentina Tramontana con Paolo Camilli Stefano Ferrarini e Valentina Tramontana, È la storia che cambia le persone. La storia impressa sulle lettere. La storia di un’amicizia, di un amore e del buon vino. La storia del Nazismo.
“Two” commedia di Jim Cartwright con Angela Ciaburri e Davide Mancini regia Massimo Mesciulam. L’originale di questa messa in scena è che a sostenere tutti i vari ruoli sono sempre loro due , lui e lei, la coppia proprietaria del pub che, cambiando abiti , modo di parlare, di muoversi ed agire, riescono ad essere, come ha scritto qualcuno, “straordinariamente quattordici diversi personaggi”. Nel mese di marzo l’avvincente “Nella gioia e nel dolore ” di e con Elio Colasanto, Alessia Garofalo. La storia di Sabino e Nunzia, due tipici sposini pugliesi, immersi nella loro quotidianità, nel loro mondo, piccolo e gretto, fatto di convenzioni. Anche l’amore è una convenzione, ci si sposa per non restare soli, perché cosi fanno tutti, permettere su famiglia, “perché poi la gente che deve pensare?”. Lo spettacolo si aggiudica nel 2014 il Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro.
Il 18 marzo sarà sul palco Gianluca Cesale con “Un uomo a metà” di Giampaolo G. Rugo. Quanto dipende dall’ambiente che lo circonda la libertà dell’individuo? Fino a che livello può essere compressa l’essenza più vera della persona? Questi sono gli interrogativi che si pone “Un uomo a metà” che utilizza l’impotenza sessuale sia come metafora dell’impotenza più generale a vivere sia come grimaldello per svelare le mille ipocrisie della nostra socità.Vincitore del E45 Napoli Fringe Festival 2015. Regia Roberto Bonaventura.
Ad aprile “Il sentiero dei passi pericolosi ”di Michel Bouchard con la Regia di Simone Schinocca.
Un testo che rivela la solitudine dei mondi in cui spesso ci si ritrova a vivere. Personaggi, ruoli, che diventano gabbie, routine, da cui risulta impossibile distaccarsi, trovare spazi di dialogo. Una metafora dell’inconciliabilità di mondi nati e predestinati per essere vicini e che in verità si rivelano tragicamente sconosciuti Sarà poi la volta di “ NIÑO ” scritto e diretto da Tino Caspanello con Cinzia Muscolino. Siamo in un piccolo borgo siciliano, nei primi anni del 1950. Una storia vera, venuta alla luce soltanto pochi anni fa, che la protagonista ha taciuto fino alla morte per pudore e paura.Il testo è stato scritto, tradotto e presentato in francese sotto forma di studio a Grenoble, durante il festival Regards Croisés, nel 2011. Debutto il 13 Maggio con il monologo “IL SIGNOR DOPODOMANI ”di Domenico Loddo
 con Stefano Cutrupi, monologo che parla del dolore collettivo che ci portiamo addosso, senza possibilità alcuna di lenirlo in alcun modo. Perché anche l’ironia serve soltanto ad amplificarne la disperazione. Il signor Dopodomani custodisce in sé una sola speranza. Ma sta all’incauto spettatore il compito di riuscire a trovarla…Regia Christian Maria Parisi Produzione Teatro dei 3 Mestieri. Chiuderà la stagione un’altra produzione di Teatro Primo “CAMERE CON CRIMINI ”commedia Di S. Bobrick & R. Clark .Una Donna…Due Uomini…Ritmo frenetico e sentimenti estremi marcano la situation-commedy grottesca di questa commedia noir.

Apertura campagna abbonamenti 31 Ottobre 2016 e si chiuderà il 16 Novembre 2016

Biglietto intero: € 12,00
Ridotto (under 24) : € 8,00
Abbonamento 6 spettacoli: € 60,00
Abbonamento 12 spettacoli € 96,00
Orari Botteghino: Lunedì 11:00-12:30 / 19:00-21:00; Martedì Mercoledì e Giovedì 11:30-13:00;