Terrificante terremoto tra Umbria e Marche: si temono vittime

Terremoto 5.4 al Centro Italia, crolli a Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci. Si temono vittime

crolli-terremotoLa nuova violenta scossa di terremoto che alle 19:10 di questa sera ha scosso l’Italia centrale (magnitudo 5.4 a 9.3km di profondità), distintamente avvertita fino a Roma, Napoli, Firenze e molte altre città di Toscana, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Lazio e Campania, ha provocato nuovi crolli nei paesi più vicini all’epicentro, che sono Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci e le loro frazioni. Il comune più vicino è Castelsantangelo sul Nera, che conta 318 abitanti e si trova in provincia di Macerata, nelle Marche. Nel suo territorio, nella zona del parco di monti Sibillini, si trovano le sorgenti del fiume Nera. Nella zona sono saltate le linee elettriche e si teme ci possano essere delle vittime. Nelle zone più colpite stanno arrivando i soccorritori con la speranza di vedere soltanto danni, senza persone coinvolte. Castelsantangelo sul Nera si trova in linea d’aria a 17 chilometri e mezzo a nord ovest di Arquata del Tronto, uno dei centri pi+ colpiti dal sisma del 24 agosto. Al momento risultano irraggiungibili le linee telefoniche nella zona di Amatrice e Accumoli. Le comunicazioni sono andate in tilt dopo la nuova forte scossa di Terremoto avvertita alle 19 e 11 tra l’Umbria e le Marche. Difficile sapere se ci sono danni a cose e persone nei centri già colpiti dal sisma del 24 agosto.