Taormina, scarcerato per “carenza della gravità indiziaria” il 29enne di Paternò accusato di violenza sessuale

Taormina, scarcerato il giovane di Paternò che era stato arrestato con accuse molto gravi

tribunale faldoniLa Procura della Repubblica di Messina in seguito al procedimento a carico di Salpietro Giuliano che lo vedeva coinvolto in un’ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari perchè “ritenuto responsabile dei reati di violenza sessuale e lesioni personali nei confronti di una giovane donna di 23 anni“, ha emesso un impugnazione dell’ordinanza emessa dalla Gip del Tribunale di Messina.

Il giovane, coadiuvato dagli avvocati Salvatore Asero Milazzo e Alfio Domenico Leanza nonché del medico legale prof. Orazio Cascio, ha proposto istanza di Riesame al Tribunale di Messina, che si riuniva, per deliberare, in data 06/10/2016; il giorno successivo, veniva emesso il dispositivo del provvedimento che, annullando l’ordinanza di custodia cautelare, disponeva l’immediata scarcerazione per “carenza della gravità indiziaria“.