Taormina Gourmet, presenti vini di 160 cantine

Anche quest' anno si rinnova la tradizionale raccolta dell'uva dai vitigni coltivati all' interno dell'area archeologica di Pompei, 31 ottobre 2013. Il vigneto riproduce quello esistente nello stesso luogo del 79 d.C. I vitigni sono collocati, sulla base degli studi del Laboratorio di ricerche applicate, accanto ai calchi delle antiche radici e vengono coltivati secondo le tecniche di quel tempo. Il vino oggi è imbottigliato con il nome Villa dei Misteri. ANSA/CESARE ABBATEOltre vini provenienti da 160 cantine con degustazioni, la prima edizione del Sicilian Wine Award, i nuovi focus sulle birre, gli show cooking e la Gara di Gusto fra gli chef under 30: questo e molto altro sara’ Taormina Gourmet, il cui programma e’ stato presentato questa mattina in conferenza stampa dal direttore di cronachedigusto.it, Fabrizio Carrera. Dal 15 al 17 ottobre Taormina tornera’ a trasformarsi in vera e propria capitale nazionale del gusto. “Arriviamo a questa quarta edizione con tanta passione e con la determinazione che ci spinge e mettere insieme i migliori protagonisti del vino, del cibo e quest’anno anche della birra artigianale”, ha detto Carrera. “Le novita’ saranno parecchie, a cominciare proprio dalla presenza della birra come colonna portante del programma, tanto che – ha aggiunto – ospitiamo oltre 30 tra i migliori birrifici italiani. Ma restiamo saldamente legati anche al mondo del vino, tanto che al nostro banco d’assaggio saranno presenti oltre 160 cantine dall’Italia e dall’estero, ma soprattutto quest’anno assegneremo i premi della prima edizione del Sicilina Wine Award, la cui giuria e’ presideuta da Daniele Cernilli. Novita’ anche sul fronte dei cooking show, affidati a bravissimi chef nazionali, alcuni gia’ ben noti, altri emergenti e tutti da scoprire: subito dopo, celebreremo la prima Gara di Gusto tra gli chef under 30 di tutto il sud Italia”.