Servizi sociali a Messina, la Cisl Fp risponde al collegio dei revisori e alla prima commissione

assemblea-lavoratori-servizi-sociali«Sterile ed inopportuna». Così il segretario della Cisl Funzione Pubblica di Messina, Calogero Emanuele definisce l’uscita del Collegio dei Revisori e della Prima Commissione sulle proroghe dei servizi sociali. «Sappiamo tutti – spiega – le motivazioni per cui si è dovuto dare luogo alle proroghe dei Servizi sociali e il motivo principale è legato alla mancata approvazione del bilancio di previsione. Quindi le proroghe rappresentano una strada obbligata che certamente non è il massimo ma è in questo momento è l’unica soluzione. Parliamo – ricorda Emanuele – di servizi essenziali ed obbligatori rivolti a fasce deboli come anziani, minori, disabili, famiglie meno abbienti». La Cisl Fp evidenzia ancora una volta come il sistema vada rivisto nella sua complessità, partendo dal suo riordino. «E questo – sottolinea Emanuele – deve riguardare anche l’utilizzo in maniera sinergica e ragionata di tutte le risorse disponibili». La Cisl da tempo («anche troppo», aggiunge il segretario della Cisl Fp Messina) ha presentato anche proposte e suggerimenti ma «ad oggi sono rimaste inascoltate. Purtroppo, oggi, l’unica strada percorribile sono le proroghe e la ricerca delle risorse mancanti per dare copertura piena anche per il 2017 dando vita, chiaramente, ai nuovi bandi, ma solo dopo l’approvazione del bilancio. E su questo – conclude Emanuele – aspettiamo che entro il prossimo 21 ottobre ci diano risposte gli assessori Eller e Santisi».