Servizi Sociali a Messina, il coordinamento dei rappresentanti aziendali dei vari servizi interviene sul parere dei revisori dei conti

fp cgil servizi sociali messinaSi sono riuniti  con urgenza, i rappresentanti aziendali della FPCGIL impegnati nei servizi sociali per discutere delle iniziative da intraprendere  in seguito al parere reso  dai  revisori dei conti, sulla legittimità delle proroghe su richiesta della Presidente della Commissione Consiliare Donatella Sindoni.   I rappresentanti dei servizi :Assistenza domiciliare anziani – Centri di aggregazione giovanile –  Asili nido-Trasporto e Assistenza ai disabili nelle scuole, Assistenza domiciliare  disabili , Trasporto nei centri riabilitativi  -Luciano Crucitti , Carmen Caspanello, Alessandro Crupi, Rita Santoro, Gianluca Gangemi , Nino Neri, Matteo Bottari, Rosy Taormina, Maurizio Caputo-  a scanso di equivoci , precisano di essere contrari alle proroghe e alle gare di appalto che in questi anni hanno determinato un sistema di precarietà del settore e aspettano di superare questo momento di grave crisi, per discutere con l’Assessore  di un diverso sistema gestione. Ciò premesso, non possono fare a meno di stigmatizzare il comportamento vessatorio e persecutorio tenuto in questi anni,  dalla Presidente della Commissione Donatella Sindoni, di cui chiediamo le dimissioni e di alcuni Consiglieri Comunali che pensano di poter utilizzare i lavoratori dei servizi sociali e i bisogni delle fasce più deboli come strumento di scontro politico. La solerte Presidente dimentica  che il bilancio di previsione per l’ anno 2015, è stato approvato dalla Giunta e successivamente dal Consiglio Comunale  nel maggio 2016,   e che il dipartimento servizi sociali è in attesa dell’approvazione del Bilancio di previsione del 2016 e del pluriennale, per poter procedere alla pubblicazione dei bandi di gara.  E’ infatti,  in questo quadro del tutto eccezionale ed emergenziale  che si è  manifestata l’esigenza delle continue proroghe. Inoltre, non possiamo fare a meno di ricordare ai consiglieri Comunali che in atto è in corso una vertenza sindacale per rivendicare le giuste risorse al settore . La FPCGIL e i lavoratori dei servizi sociali si domandano come sia possibile sollevare una simile problematica che avrebbe come esito l’interruzione di pubblici servizi con ricadute negative sugli  utenti : Bambini, ragazzi, anziani, disabili  e sui livelli occupazionali , di cui qualcuno dovrebbe assumersi la responsabilità; Gli stessi faticano a trovare una qualche costruttività  negli interventi della presidente Donatella Sindoni,  a cui  evidentemente preme concentrarsi sulla legittimità della proroga di lavoratori impegnati in questi servizi da oltre 25 anni laddove sarebbe necessaria oggi più che mai collaborazione.