Reggio Calabria: si è concluso con enorme successo il Torneo di Burraco Inner Wheel

Si è concluso con enorme successo il Torneo di Burraco Inner Wheel di Reggio Calabria

torneo-burracoUn’altra lodevole iniziativa, patrocinata dall’Inner Wheel, si è terminata con enorme successo. Il 6 ottobre, nei meravigliosi locali del Circolo del Bridge di Reggio Calabria, si è svolto il Torneo di Burraco, il cui ricavato è stato devoluto all’Associazione Ashiafatima di Reggio Calabria. Numerose socie dell’I.W. assieme alla loro Presidente Maria Pia Romeo Di Pino, si sono adoperati per organizzare lo stesso, e per tifare e sostenere i numerosi giocatori, con un ricco buffet di cibi salati e dolci, prodotti da loro. Il torneo è stato vinto dalla coppia Modafferi Rosaria e Rappoccio Luisa, alle quali va il nostro sentito augurio. La serata è iniziata con la Presidente che, fatto i saluti di rito, ha presentato i membri dell’Ashiafatima. Sono tutti volontari, con proprie attività, che si sono appassionati al loro progetto e che, all’indomani del torneo, partiranno per l’Africa, in Camerun, alla volta di Ngomgnam, nella città di Bamenda, per completare il progetto, già avviato, per la realizzazione di un Orfanotrofio, un Caseificio e una Chiesa. Tutto ciò permetterà agli autoctoni del Bamenda di potersi sostenere con il loro stesso lavoro e i ricavati della vendita dei loro prodotti caseari, avviando così attività commerciali che garantiranno loro l’autosufficienza per vivere meglio.

I membri dell’Ashiafatima in Camerun porteranno anche, per i bambini, una cospicua raccolta di farmaci, che l’Inner Wheel, con un profuso impegno da parte della socia dott.ssa Manuela Priolo e dell’aiuto di molti medici della nostra realtà reggina, si è adoperata a raccogliere.

Al ricavato della serata del torneo l’Inner ha aggiunto il ricavato di una vendita di biglietti, svoltasi nella stessa serata, il cui premio è stato voluto dal Maestro Gerardo Sacco, il quale ha donato una sua opera, una pregiata collana di perle, vinta da una felicissima signora.

Un sentito grazie a tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa, con slancio generoso e altruistico, con la certezza di essere stati d’aiuto a chi versa in condizioni di particolare indigenza.