Reggio Calabria: “scarso impegno degli organi comunali sulla questione TARI”

Secondo alcuni cittadini vi è scarso impegno da parte di alcuni organi comunali sulla questione TARI

spazzatura reggio (3)Con la presente si comunica a tutti i cittadini del Comune di Reggio Calabria che in data Martedì 11 Ottobre 2016 presso la Sede Istituzionale di Palazzo S. Giorgio, si è svolta la seconda seduta pubblica della Commissione Consiliare per la Programmazione e Servizi Generali avente ad oggetto la valutazione e l’approvazione della Petizione popolare in materia di agevolazioni fiscali sulla TARI e sistema di raccolta integrata con pesatura elettronica. In particolare il contenuto dell’Istanza NP 185439 del 11/12/2014 del M.I.T.I. Lega Sud, presentata da 3 rappresentanti dei cittadini sottoscrittori più un consulente esterno, prevede un sistema di gestione del servizio raccolta rifiuti fondato su 3 misure necessarie, ossia:
La concreta applicazione di sgravi fiscali per i nuclei familiari con redditi svantaggiati, attraverso l’elaborazione di un tabella standard di detrazioni, (sulla base della certificazione ISEE/ISR), diminuendo le quote astratte dei crediti inesigibili e col conseguente aumento della percentuale di riscossione immediata;

La predisposizione di incentivi fiscali sulla tariffa TARI, da determinare attraverso l’applicazione di bilance elettroniche per la pesatura del materiale differenziato, (da installare sui mezzi di raccolta ed in isole ecologiche circoscrizionali), affinché si possa premiare il cittadino virtuoso, diffondere le best practices sulla tutela dell’ambiente ed aumentare i ricavi sul materiale riciclabile;

L’elaborazione del calcolo esemplificativo della tariffa per singola utenza, in modo che nel rispetto della trasparenza ognuno abbia la consapevolezza del proprio onere tributario.

Nonostante la rilevante importanza della seduta, in quanto si ribadisce che è stato posto all’attenzione dell’Amministrazione Comunale un sistema in grado di ridurre progressivamente la pressione tributaria locale invertendo al contempo l’andamento deficitario del Comune, va sottolineato l’insufficiente impegno riscontrato dai rappresentanti istituzionali.
Elementi di prova sono anzitutto la scarsa partecipazione dei membri della Commissione, in quanto da 19 componenti ufficiali, tra gli assenti e chi ha fatto invece una breve comparsa, alla fine ve ne erano in aula meno della metà. Seppur è stato dichiarato dai presenti che l’assenza o l’abbandono dei colleghi solitamente sono causati da contrattempi legati al proprio incarico istituzionale. A tal proposito sarebbe forse opportuno mettere a verbale la motivazione di tale assenze, visto la conoscenza preventiva delle sedute, dovuta alla loro calendarizzazione.

Altra assenza importante è stata quella dell’Assessore Neri, il quale dopo la prima seduta del 12 luglio, si era impegnato ad un imminente aggiornamento della stessa con delle risposte sui punti della Petizione, così come non vi era alcun componente della giunta in sua sostituzione, né alcun rappresentante del settore ambiente, a differenza della prima seduta.
L’unico ritrovatosi a dover dare delle risposte dopo ben 3 mesi (compreso ferie estive) dalla prima seduta, è stato l’Avv. Barreca, dirigente del settore “gestione tributi ed appalti”, il quale ha cercato di sopperire all’assenza dell’Organo di indirizzo politico, affermando che la giunta è in fase di valutazione. Per poi anticipare che probabilmente tra i punti contenuti nella Petizione, gli unici di prossima attuazione potrebbero essere l’applicazione delle bilance elettroniche sui furgoncini della differenziata ed in isole ecologiche circoscrizionali ove ancora non vi è il porta a porta, oltre al calcolo esemplificativo della bolletta per una maggior trasparenza verso l’utente.

Nessun impegno ufficiale quindi per quanto riguarda la riduzione in bolletta in base alla quantità di materiale riciclabile che l’utente conferisce, né per l’applicazione del sistema standard di agevolazioni fiscali in base alle fasce di reddito minori, almeno per il 2016, mentre uno spiraglio si è aperto per il 2017.
Ma non è apparso rassicurante neanche il fatto che nel sollevare verso il dirigente tecnico dei specifici quesiti in merito a determinate voci contenute nel Piano Finanziario sulla TARI, nessuno dei consiglieri comunali presenti abbia sentito l’esigenza di chiedere l’approfondimento dei punti esposti.

Inoltre ci auguriamo che i cittadini, come da impegno preso dal dirigente Barreca sin dalla prima seduta, abbiano presto una risposta sui 10.073.000,00 euro di crediti inesigibili inseriti tra i costi del servizio, la cui rettifica potrebbe portare alla comunità un cospicuo alleggerimento della tassa, da applicare magari a conguaglio nel prossimo anno.

Al termine della sessione comunque il Presidente di Commissione Antonino Mileto (dichiaratosi disponibile alla collaborazione con i cittadini), ha preso l’impegno formale per una prossima seduta con la partecipazione dei responsabili del settore ambiente, ove si discuterà l’applicazione del sistema di pesatura elettronica e noi chiederemo anche che venga convocato l’Assessore Neri affinché prenda un impegno ufficiale su quei punti della Petizione a cui l’Organo amministrativo non ha potuto dare immediata risposta.

Infine si vuol sottolineare che le eccezioni e le critiche poste in sede di commissione nei confronti dei rappresentanti istituzionali, sia di maggioranza che di minoranza, sono espressione del malcontento generale rispetto ad un azione politico-amministrativa fino ad oggi non considerata soddisfacente.

Pertanto ciò che si invoca è la responsabilità politica e quella dirigenziale di fronte all’intera comunità, nondimeno dato la continua disponibilità manifestata dai sottoscritti verso la ricerca e l’applicazione di soluzioni condivise, fino alla piena applicazione dei contenuti della Petizione, (rispettosi delle normative e del Regolamento Comunale sulla TARI), ci auguriamo che a partire dalla prossima seduta (entro un breve termine), si possa avviare un più efficiente ed efficace tavolo di lavoro partecipato affinché si possa diffondere il messaggio della volontà di riscatto di questa Amministrazione Comunale”. 

Con osservanza

Fabio Putortì

Clemente Pintus  

Stefania Roberto