Reggio Calabria: palestre dello “Scatolone” e della scuola media di Archi” occupate dai migranti, venerdì sit in di protesta

scatolone-migranti1“Continua la drammatica situazione per le Palestre Scatolone e Scuola Media di Archi, ancora inutilizzabili per l’attività delle nostre società di basket. Non è più possibile continuare ad ignorare un problema che offende lo sport e il vivere civile della nostra comunità. Com’è possibile restare indifferenti ed assenti davanti a problematiche così importanti! Perché non si riesce a reperire strutture per l’ospitalità dei profughi. Impegni, riunioni e promesse non sono serviti a suscitare la necessaria sensibilità per la soluzione di un problema che coinvolge centinaia di ragazzi e che vanifica i sacrifici delle società che minacciano di adire le vie legali per il diritto di fare sport che gli è stato precluso”, scrive in una nota il presidente del comitato regionale della Calabria della Federazione di basket, Sandro La Bozzetta. “Sono iniziati -prosegue- i campionati regionali e, vergognosamente, si stanno rinviando le gare in calendario, provocando proteste e malumore nelle società delle altre Province per le irregolarità che tutto ciò comporta. Chiediamo pertanto di essere ascoltati per ribadire le nostre ragioni ed esprimere una rabbia che comincia a destare preoccupazione. Invito pertanto tutte le società venerdì 14 corrente alle ore 17.30 a Piazza Italia con i propri ragazzi per un sit-in pacifico di protesta avente la finalità di muovere la coscienza di ognuno e di chi è preposto a dare concretezza e disponibilità”, conclude.