Reggio Calabria, “Mala Sanitas”: chiesta l’archiviazione per il dott. Mario Gallucci

Inchiesta “Mala Sanitas” ospedali Riuniti di Reggio Calabria, per il dott. Mario Gallucci è stata chiesta l’archiviazione

mario-gallucciNell’ambito dell’inchiesta “Mala Sanitas”, tra le persone rinviate a giudizio, non figura il dott. Mario Gallucci, per cui a differenza di altri indagati dalla Procura di Reggio Calabria, è stata richiesta l’archiviazione della posizione. L’inchiesta “Mala Sanitas” ha svelato diverse irregolarità presso i reparti di Ostetricia, Ginecologia e Neonatologia degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Per il dottor Mario Gallucci già qualche mese fa era stato notificato, dall’avvocato difensore Antonino Priolo, un avviso di conclusione delle indagini preliminari dopo essere stato indagato per lesioni nei confrondi di un bimbo nato ai Riuniti. Il dottor Gallucci tramite l’avvocato ha richiesto l’interrogatorio al pubblico ministero precedente, il pm Annamaria Frustaci, che a settembre lo ha sentito davanti al difensore di fiducia. Durante quell’interrogatorio il dottor Gallucci ha spiegato tutto e all’esisto dell’interrogatorio il pm Frustaci ha chiesto l’archiviazione della posizione di Gallucci. Per questo motivo il dottore non è risultato tra gli imputati dell’udienza preliminare di lunedì davanti al Gup Nicolò Marino ne è stato rinviato a giudizio come erroneamente pubblicato nelle scorse ore.