Reggio Calabria, l’opposizione inaugura la taverna “Le Buche” tra San Sperato e Modena [FOTO]

taverna-le-buche-32“Alla presenza delle autorità cittadine è stato inaugurato il circolo culturale eno-gastronomico “Le Buche”, nuovo centro di aggregazione che opera tra San Sperato e Modena. Esattamente la location rimane sulla rotatoria esistente all’altezza dello svincolo di Modena nord, zona interessata quotidianamente dal passaggio di migliaia e migliaia di studenti del liceo A. Volta e dei loro genitori, di residenti dei quartieri periferici di Mosorrofa, Cataforio, San Salvatore e di Cardeto, di viaggiatori che entrano ed escono dallo stesso. Tutti si ritrovano su questa rotonda dissestata, che, soprattutto, nelle ore serali e per i centauri, diventa una trappola mortale”. Lo affermano in una nota Enzo Vacalebre di Alleanza Calabrese e Giuseppe Guarnaccia di Destra Popolare.

“Hanno partecipato all’evento centinaia di automobilisti, camionisti e motociclisti. La nuova start up, nata grazie alla lungimiranza della nuova amministrazione e che ha ricevuto il contributo dell’assessorato alle attività produttive ed alla viabilità, mira alla conservazione della tradizione calabrese e delle buche della città di Reggio Calabria, facenti parte del patrimonio storico culturale del territorio. Un sentito ringraziamento al sindaco Falcomatà che nelle sue linee programmatiche esposte durante il primo consiglio comunale, ormai risalente al 24 novembre 2014 , che, scalzo e senza scorta, recitava: “Non vanno coperte le buche, vanno rifatte le strade”. Non ha pensato l’amministratore che, nel frattempo forse, prima di rifare le strade, qualche buca si potrebbe ricoprire. Ma tant’è. Il Sindaco f.f., delegato all’evento, Enzo Vacalebre ed il responsabile f.f. alla viabilità ed alla manutenzione, Giuseppe Guarnaccia, si sono intrattenuti con i cittadini per portare il messaggio del futuro senatore: “State sereni”. Alla partecipata manifestazione sono intervenuti, in ordine di apparizione, la polizia di stato, i vigili urbani e la digos, che dopo aver chiesto i documenti agli organizzatori hanno constatato che la stessa era pacifica ed atta alla crescita di nuove aziende”.

“Dimenticavamo…
Se entro tre giorni tre, tutte le buche, che gravitano sulla rotatoria, non saranno coperte, i soci della Taverna provvederanno da soli, in modo tale da eliminare questa situazione di elevata pericolosità. Reggini, oggi noi abbiamo festeggiato le buchette  alla nostra ed alla vostra salute. Buon pro ci faccia“.