Reggio Calabria, il PCI si scaglia contro l’amministrazione Falcomatà

palazzo san giorgio“Che le politiche amministrative della fallimentare giunta Falcomatà non fossero a misura dei bimbi e non si caratterizzassero per una doverosa attenzione nei riguardi dei piccini è acclarato e sotto gli occhi di tutti, ma che, addirittura, questa evidente negligenza si fosse trasformata, addirittura, in aperta, quanto ingiusta, ostilità nei confronti di una “categoria” sociale tra le più deboli ed indifese rappresenta un vergognoso segno distintivo totalmente negativo dell’amministrazione comunale reggina che ci indigna profondamente. Infatti, nonostante le reiterate promesse e i ripetuti solenni impegni, i genitori dei bambini che frequentano la scuola primaria dell’istituto comprensivo “Nosside – Pythagoras” ci hanno segnalato, con fortissima irritazione, la gravissima problematica provocata dalla mancata partenza del servizio di mensa scolastica. Questa gravissima carenza, dovuta all’incapacità della giunta Falcomatà, sta provocando serissimi disagi ai bambini e pesanti difficoltà ai genitori. L’orario delle lezioni dei bambini che effettuano il tempo pieno si conclude alle ore 16.00 e, pertanto, la conseguenza del mancato avvio della mensa scolastica comporta il fatto che i bimbi sono costretti a pranzare con pasti freddi preparati dai genitori al mattino (panini o similari) prima di uscire da casa oppure con un pasto caldo solamente nei casi in cui i genitori, pur tra mille oggettive difficoltà, riescano a recapitarlo nell’orario previsto”, scrive in una nota Ivan Tripodi, segretario cittadino del PCI. “Questa medesima problematica – prosegue- sta comportando il fatto che i bimbi iscritti alla scuola dell’infanzia non possono neanche effettuare il tempo pieno. Insomma, siamo alla vergogna totale e assoluta. Si tratta di una gravissima inadempienza che, evidentemente, riguarda tutte le scuole reggine e colpisce migliaia e miglia di famiglie e che si aggiunge  alla mancata manutenzione ordinaria delle scuole reggine che dura da aprile 2016. La verità è questa Amministrazione Comunale non ha alcuna considerazione dei problemi scolastici e calpesta pesantemente il diritto allo studio. Ci chiediamo se il trattamento ignobile che la Giunta Comunale riserva ai bambini e agli scolari della città di Reggio sia legato al fatto che gli stessi non interessano in quanto gli stessi non godono del diritto di voto… I fini strateghi di palazzo S. Giorgio dimenticano, però, che i genitori, i nonni, gli zii, ecc. ecc., votano, pensano e riflettono. In tal senso, la riflessione comune ed unanime dei genitori dei bambini senza mensa è una, unica e sola: la fortissima e feroce critica nei confronti della palese inadeguatezza  ed  evidente incapacità amministrativa della giunta Falcomatà, il cui disprezzo verso il mondo dei più piccoli è vergognosamente inaccettabile sotto ogni profilo, in primis etico e morale“, conclude.