Reggio Calabria: il gruppo giovani imprenditori presenta Mimprendo, l’impresa incontra l’università

progetto-mimprendo_nicolo_barrecaProsegue il programma di iniziative e incontri organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Reggio Calabria, presieduto da Samuele Furfaro, con l’obiettivo di promuovere tra i più giovani le tematiche che riguardano la legalità e la cultura d’impresa. L’ultimo appuntamento ha visto impegnato il vicepresidente dei giovani imprenditori reggini, Umberto Barreca, nell’ambito di un incontro con gli studenti del corso di “Business plan e creazione d’Impresa” tenuto dal professor Domenico Nicolò presso la facoltà di Giurisprudenza, corso di laurea in Scienze economiche, dell’università “Mediterranea” di Reggio Calabria. L’iniziativa ha acceso i riflettori sulle opportunità che possono scaturire da una sempre più stretta sinergia tra il mondo dell’impresa e l’università, con particolare riferimento alla valorizzazione del capitale intellettuale universitario e ai benefici che esso può determinare, in termini di innovazione e creatività, per il tessuto produttivo locale. Nel corso dell’incontro, inoltre, sono state illustrate le nuove prospettive imprenditoriali e occupazionali per gli studenti e i connessi canali operativi per aderire ad uno dei 32 progetti proposti da imprenditori e manager per il 2016 nel quadro del progetto “Mimprendo” e rivolti proprio a studenti universitari dal terzo anno e fino a 12 mesi dopo la laurea di tutti i corsi e atenei italiani. Per iscriversi è necessario consultare i progetti della propria regione sul sito www.mimprendo.it,  scegliere quello di maggiore interesse e registrarsi per partecipare ai colloqui di selezione. La Calabria concorre con un’idea innovativa relativa al recupero del PVC proposta dalla Redel srl di Reggio Calabria. “Siamo molto soddisfatti di come si sta sviluppando il percorso informativo che abbiamo avviato – afferma Umberto Barreca – . Stiamo registrando una partecipazione fattiva e un grande interesse da parte del mondo universitario e degli studenti. Attraverso il progetto “Mimprendo” riusciamo a stabilire un collegamento diretto tra l’università, la ricerca e il tessuto produttivo. Per quest’ultimo, questa relazione rappresenta un fattore decisivo per arricchire e sviluppare i diversi progetti imprenditoriali. Elemento chiave di questo prezioso strumento – sottolinea il vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Reggio Calabria – risiede nella possibilità di creare le giuste condizioni per la crescita e l’affermazione di idee innovative e, al tempo stesso, per la valorizzazione dei giovani talenti attraverso percorsi ed esperienze concrete all’interno di realtà aziendali”. Soddisfazione è stata espressa dal professor Nicolò che ha messo in rilievo la centralità di “Mimprendo” quale “progetto – ha detto – in grado di stimolare gli studenti che si affacciano sul mondo del lavoro, all’autoimprenditorialità e alla sfida di scommettere su se stessi. Sono questi oggi gli unici strumenti che i giovani hanno per costruire nuove prospettive. “Mimprendo”, inoltre, è un’opportunità molto utile per sviluppare la capacità di lavorare in team e di compiere esperienze aziendali che possono anche aprire percorsi occupazionali. L’esperienza diretta, del resto, – ha aggiunto Nicolò – è uno dei principali fattori utilizzati anche dalla nostra università che, con sempre maggiore determinazione, sta sposando modelli didattici e formativi in grado di preparare gli studenti alle sfide del mondo del lavoro”.