Reggio Calabria, i giovani di destra compatti per il “no” al referendum

giovanicdxunitoSono le motivazioni e gli obiettivi comuni a raggruppare le genti ed a spingerle a lavorare insieme. Questa volta la sfida è la ricostruzione del centrodestra ed ha accomunato i giovani appartenenti a tutte le realtà politiche ed associazionistiche giovanili che lo animano. “Si avvia un percorso di condivisione, cooperazione, dialogo e confronto su tematiche comuni per perseguire un fine più importante di tutte le piccole differenze che ci potrebbero dividere.” È questo l’esito della riunione programmatica svoltasi presso la sede di “Idea Calabria” cui hanno partecipato alcuni rappresentanti dei movimenti di Forza Italia Giovani, Gioventù Nazionale, Idea Calabria, Noi con Salvini, Comitato del Fare, Studenti per le Libertà ed Azione Universitaria. Tutti i gruppi presenti si sono dichiarati favorevoli a mettere un punto, “da cui ripartire, per intraprendere un percorso comune ricco di battaglie politiche condivise, per la Città e per la Provincia, al fine di rinvigorire quel dibattito politico tematico che può solo favorire la crescita e la maturazione di tutti gli interlocutori. I movimenti protagonisti hanno altresì deciso di concretizzare sin da subito questa sinergia affrontando insieme la più grande delle sfide, salvare la nostra Carta Costituzionale da una riforma illegittima, giuridicamente assurda e che riesce a complicare, invece di semplificare, le nostre impalcature burocratiche più di quanto già non lo fossero. Il tragitto fino al 4 Dicembre, data del Referendum Costituzionale, ci vedrà impegnati in attività culturali volte a diffondere le ragioni del “NO”. Vogliamo abbandonare il populismo che caratterizza oggi la maggioranza di governo e far capire davvero cosa questa riforma rappresenti, permettendo a tutti di esprimere un voto cosciente, un “NO” pienamente consapevole”.