Reggio Calabria, domani Marianella Sclavi presenta “la scuola e l’arte di ascoltare”

ottimati_1-2La presentazione del libro di Gabriella Giornelli e Marianella Sclavi La scuola e l’arte di ascoltare si terrà nella chiesa degli Ottimati, via Cimino, diversamente da quanto già comunicato. L’incontro dà seguito al percorso di auto organizzazione innescato dal Tour pedagogico politico del Movimento di cooperazione educativa, che ha fatto tappa a Reggio Calabria a fine aprile. Dopo un primo incontro di formazione con Enrico Bottero (6 settembre), sabato 15 ottobre sarà la volta di Marianella Sclavi, nota come studiosa di etnografia urbana e autrice di fortunati saggi sull’arte di osservare e di ascoltare, sulla gestione dei conflitti e sui processi di democrazia partecipativa. La scuola e l’arte di ascoltare non è un libro di ricette, se per questo si intende un prontuario di risposte buone per tutte le situazioni. Gli ingredienti delle scuole felici evocati dal sottotitolo sono “ovvi e semplici”, leggiamo nell’Introduzione, come quelli della piadina: «farina (ascolto attivo), acqua (gestione creativa dei conflitti, confronto creativo) e sale quanto basta (un pizzico di umorismo)». Ma quando si discute di riforma della scuola questi ingredienti «sono assenti. E allora: si chiacchiera, si chiacchiera, ma niente piadina». Le autrici non si sottraggono al compito di rendere comunicabile e suscettibile di apprendimento professionale un’arte, quella di ascoltare, che sembrerebbe impalpabile quanto autoevidente, proprio come quella della piadina. Su questo obiettivo Gabriella Giornelli e Marianella Sclavi, che hanno concepito il libro e lo hanno tirato su con cura, investono un robusto retroterra di riflessione metodologica e ricerca sul campo ma anche anni di esperienze di mediazione nelle scuole. L’incontro di sabato 15 ottobre si terrà dalle 15.30 alle 17.30. Ne è promotore il Movimento di cooperazione educativa (M.C.E.) in collaborazione con l’Associazione nazionale counselor relazionali (A.N.Co.Re.). Con Marianella Sclavi siederanno al tavolo dei relatori Tina Bruzzese, presidente nazionale di A.N.Co.Re. e del Collegio dei probiviri di Federcounseling, e Giuseppe Rotta, presidente del Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom Calabria). Lunedì 17 ottobre tutti coloro che sono interessati a immaginare un percorso autogestito di formazione, riflessione ed empowerment professionale sono invitati al primo incontro che si terrà dalle 16 alle 18 presso la sala Arrupe in via Cimino, accanto alla chiesa degli Ottimati.

Per la natura laboratoriale dell’incontro si richiede puntualità e si invita, se possibile, a comunicare la propria partecipazione all’indirizzomcereggiocalabria@gmail.com.

Il percorso è realizzato con il sostegno del Movimento di cooperazione educativa (www.mce-fimem.it) sulla base dell’impegno dei partecipanti alla tappa calabrese del Tour politico pedagogico. Per ulteriori informazioni: mcereggiocalabria@gmail.com; 3296161988.