Reggio Calabria: disagi in città per i rifiuti che occupano i marciapiedi [FOTO]

rifiuti-2Un lettore di StrettoWeb, Clemente Peduto, ci scrive per segnalare il disagio che molti cittadini hanno a Reggio Calabria per i numerosi rifiuti presenti in strada. “Segnalo la situazione di forte disagio che siamo costretti a vivere nella zona delle case parcheggio (vie Esperia-Carso-Enotria) da quando, circa un anno fa, ha avuto inizio la raccolta differenziata. È da allora, infatti, che si è costretti a vivere con rifiuti di tutti i tipi sui marciapiedi del perimetro esterno del citato complesso abitativo, con inquinamento dell’aria dovuto alla fermentazione degli scarti di cucina che vi depositano. Il fenomeno deriva, verosimilmente, dalla natura stessa delle case parcheggio, ove alloggiano, più o meno regolarmente, persone di diverse etnie e cultura, nonché delle più svariate estrazioni sociali. Questa situazione determina l’impossibilità oggettiva di alcuni occupanti dell’immobile di effettuare la raccolta differenziata. Di tanto in tanto L’AVR pulisce, ma dopo pochi minuti la situazione ritorna uguale. Lo stesso dicasi per quanto riguarda gli escrementi dei cani, atteso che al levare i cassonetti non è corrisposta l’nistallazione di cestini. Una possibile soluzione, risolutiva del problema, potrebbe essere il riposizionamento dei cassonetti preesistenti solo all’interno delle case parcheggio, visto che in altre zone della città esistono ancora. Questo consentirebbe alla società addetta di risparmiare lavoro e a far cessare i citati disagi per la popolazione. Dopo un anno dovrebbero aver capito che qui la raccolta differenziata è impossibile. Neppure controlli e sanzioni servirebbero a far cessare il fenomeno per i motivi sopra esposti“.