Reggio Calabria: “assistenza ai migranti ormai insostenibile, siamo al collasso della città”

migranti-reggio-14“Ciò che si legge in queste ore è solo la punta dell’iceberg che sta portando al collasso le fondamenta della città e dell’ intero territorio provinciale. L’assistenza agli immigrati è ormai diventato un onere non più sostenibile ne dalle istituzioni, ne dai cittadini che si ritrovano a dover condividere i luoghi di vita con l’invasione di questi poveri disgraziati in cerca di pace ma che ormai superano di molte unità i limiti di capienza delle strutture d’accoglienza, provocando disagi che se non affrontati rischiano di scatenare eventi di portata cosi grave da smuovere le fondamenta e le regole di vita valide fino ad oggi”. Lo afferma in una nota Leo Versaci, Coordinatore Provinciale Studenti Per le Libertà-Reggio Calabria .

“Aiutare non vuol dire rinunciare ai propri spazi, alle infrastrutture, al senso di sicurezza che ormai viene sempre più a mancare nelle strade della città e provincia facendo sentire ognuno di noi, specialmente le fasce più deboli come bambini e anziani, in costante pericolo. È agghiacciante l’immobilismo delle istituzioni, del Sindaco, degli esponenti del Consiglio Regionale che evidentemente sono troppo impegnati a sfilare nelle lunghe passerelle della politica per racimolare qualche voto in più al referendum del lontano 4 dicembre, piuttosto che scendere in strada e cercare di risolvere i problemi reali delle persone cui dovrebbero rappresentare durante tutto il mandato legislativo e non solo gli ultimi sei mesi antecedenti le nuove elezioni”.

“Sono sicuro che il modo più facile di vivere sia quello nel silenzio, ma reputo che, in un contesto regionale cosi delicato come quello calabrese, le Istituzioni dovrebbero trovare il coraggio di portare la propria voce e i problemi della propria Regione nelle camere di governo, invitandolo a non promettere ponti ma soluzioni per un’ormai invivibile oggi. Il tempo degli slogan volge al termine, qui servono atti concreti e reali per risollevare la nostra Provincia e l’intera Calabria prima del definitivo collasso territoriale, se avete un cuore fate qualcosa!!!”