Reggio Calabria, al via il CsiSportinFest: sport di cittadinanza a Piazza Duomo e prevenzione HIV al PalaCsi di Gallina

piazzaduomo-1È partito il CsiSportinFest, contest socio-sportivo del Csi di Reggio Calabria dal 1 al 28 ottobre. Ad aprire le danze una piazza gremita ed otto ore di sport per tutti: la tappa dell’Happy Meal Sportcamp a Reggio Calabria è stata un crescendo di emozioni all’ombra della basilica cattedrale della città metropolitana dello Stretto. La ginnasta e conduttrice di “Ginnaste Vite Parallele” su Sky, Carlotta Ferlito, la judoka olimpionica, Edwige Gwend, e la campionessa del volley, Maurizia Cacciatori hanno vissuto, assieme al Centro Sportivo Italiano di Reggio Calabria, una giornata emozionante. «È davvero entusiasmante – ha detto Edwige Gwend di ritorno da Rio 2016 – vivere queste sensazioni. Una piazza rovente non solo dal punto di vista climatico, ma per la passione di questi piccoli atleti presenti». Edwige tra un selfie ed un’intervista è in pedana: per tanti bambini è la prima volta che assistono ad un “match” di judo. Calcio, basket, volley, judo, ginnastica artistica, scherma, calciobalilla e tennistavolo le discipline in cui si sono cimentate i tremila ragazzi reggini, seguiti da cinquanta tra istruttori e volontari, che hanno invaso una piazza Duomo appena ristrutturata che è stata «inaugurata» proprio dall’evento di McDonald’s. Un lampadina che si riaccende: quella dell’entusiasmo sportivo in città. Presenti in piazza anche il vicesindaco di Reggio Calabria, Saverio Anghelone, e l’Assessore allo Sport, Antonino Zimbalatti, che ha seguito il Csi nel corso dell’intera giornata che è proseguita, dopo l’entusiasmo dei ragazzi con quello degli adulti, ossia ai vincitori dei campionati Open premiati nel corso del Gran Galà al Salone dei Lampadari a Palazzo San Giorgio. Consegnate anche le targhe ai partecipanti ai campionati nazionali, in una serata che ha registrato la piacevole partecipazione del Magnifico Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Pasquale Catanoso: «Sono orgoglioso si essere qui oggi, perché condivido lo spirito del Csi nel seguire la crescita dei nostri giovani». Accanto al comitato reggino anche l’Assessore alle Politiche Sociali, Giuseppe Marino: «Complimenti al Csi per quello che fa – si è soffermato Marino – come Amministrazione comunale vogliamo intraprendere un cammino comune». Riconoscimenti ai volontari ed ai dirigenti del Csi, ma soprattutto ai tanti atleti che scelgono l’ente di promozione sportiva per la loro attività non agonistica. Come quella dell’evento “Muriamo l’Aids” tenutosi al PalaCsi di Gallina con gli appassionati del volley che hanno coniugato la loro voglia di pallavolo con quella di informarsi sul tema della prevenzione all’HIV, in un progetto, “Effatà”, promosso dal Cereso e dal Csi. «È stato un week end straordinario – sottolinea Paolo Cicciù, presidente provinciale del Csi Reggio Calabria – in cui i veri vincitori sono stati due: lo Sport ed il Volontariato. Due azioni che dovrebbero essere connaturate nell’essere giovani al Mezzogiorno di Italia, ma che, lentamente, stanno diventando delle anomalie. Vogliamo imprimere questo cambiamento positivo: lo Sport deve incontrare nuovamente le piazze, le scuole, le università, perché è da qui che partono percorsi di lealtà e sacrificio che saranno valori fondanti per gli uomini e le donne della nostra società». Prossimo appuntamento con le premiazioni dei più piccoli, con il “secondo tempo” del Gran Galà Csi, il prossimo 6 ottobre, alle 18 presso la Sala “Federica Monteleone” del Consiglio Regionale della Calabria.