Reggio Calabria, Aeroporto dello Stretto: i sindacati chiedono di salvaguardare i lavoratori

Aeroporto dello StrettoSi è svolta oggi in Prefettura a Reggio Calabria una riunione richiesta dalle organizzazioni, convocata dal Prefetto Michele di Bari, che nei giorni scorsi avevano rappresentato le loro preoccupazione per le ricadute occupazionali connesse all’attuale situazione dello scalo aeroportuale Tito Minniti”. Lo comunica in una nota la Prefettura di Reggio Calabria. “All’incontro hanno partecipato per la Regione Calabria, Sebi Romeo, il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, il sindaco Giuseppe Falcomata’, il direttore aeroportuale Enac Calabria, Carlo Marfisi, il commissario liquidatore Sogas Spa, Bernardo Femia, per la direzione Territoriale del lavoro, Antonia Quattrone, i segretari territoriali delle organizzazioni sindacali e una delegazione di rappresentanti dei lavoratori di Sogas Spa e di Sogas Service srl. Nel corso della riunione, i sindacati hanno posto l’accento sia sull’importanza del futuro dell’aeroporto dello Stretto, sia sulla necessita’, da parte degli enti pubblici territoriali, soci della Sogas Spa, che siano intraprese tutte le necessarie iniziative per salvaguardare il futuro occupazionale degli oltre 100 lavoratori interessati dalla problematica. Il liquidatore della Sogas, Femia, ha confermato che e’ pendente dinanzi al Tribunale del capoluogo istanza di fallimento nei confronti della Sogas, ma che e’ stata, altresi’, presentata al giudice delegato richiesta per l’autorizzazione all’esercizio provvisorio dello scalo, circostanza che potra’ favorire anche la possibilita’ di adire il ministero del Lavoro per il riconoscimento della Cassa integrazione a favore dei lavoratori. Ha sottolineato che, in tale direzione, e’ essenziale l’impegno e il sostegno economico da parte delle Istituzioni e, in particolare, della Regione, della Provincia e del Comune. I rappresentanti istituzionali hanno, al riguardo, sottolineato l’importanza per la Citta’ metropolitana della presenza dell’aeroporto, quale infrastruttura strategica per la mobilita’ della provincia ed hanno espresso l’impegno che dovra’, tuttavia, essere formalizzato in atti amministrativi, a sostenere l’istanza di esercizio provvisorio. In proposito faranno pervenire – conclude -, nella serata odierna, una lettera al liquidatore per confermare tale impegno“.