Referendum, Occhiuto si scaglia contro il governatore calabrese

referendum“E’ sconcertante che il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, chieda al Governo di porre fine al commissariamento della sanita’ e poi voti Si’ a un referendum che gli toglie ogni potere. O non ha letto la riforma oppure e’ un Giano bifronte”. Lo afferma il presidente del Comitato per il No di Forza Italia Calabria Roberto Occhiuto.Se l’avesse letta – prosegue - avrebbe capito che Renzi vuole attuare un centralismo soggettivo estrapolando ogni potere residuale alle Regioni. Ovviamente la Calabria commissariata in tre macro settori, viene considerata dal Premier una sorta di colonia acquisita, al punto che se passa la riforma non sara’ consentito alla nostra Regione nemmeno di legiferare sull’ordinaria amministrazione. Oliverio deve chiarire se il suo Si’ e’ frutto di convinzione oppure se, non avendo nemmeno letto il pastrocchio preparato dal Premier, egli si sia accodato all’unanimismo dell’establishment Pd”. “In ogni caso – conclude Occhiuto - con il Si’ al quesito, Oliverio ha perso ogni diritto di ribellarsi ai commissariamenti: Reagan diceva che non si puo’ contestare la festa del Ringraziamento e poi vestirsi da tacchino”.