Rapina in una gioielleria nel reggino: la solidarietà di Federpreziosi

rapinatori“Non è possibile tollerare atti del genere che, nel tempo, inducono i negozianti a lavorare sempre più in un clima di crescente tensione e paura”. All’indomani della rapina ai danni della gioielleria Raso di Cittanova il Presidente Federpreziosi Confcommercio Reggio Calabria, Remo Frisina, si schiera al fianco e a sostegno del titolare della gioielliera di via Garibaldi ribadendo l’importanza di fermare l’escalation di furti e rapine. “Il ripetersi di tali avvenimenti legati alla microcriminalità solleva forte preoccupazione in tutti noi e richiede una risposta energica da parte delle istituzioni. Un episodio del genere non può lasciare indifferenti anche perché avvenuto in pieno giorno e nel pieno centro di Cittanova”, ha aggiunto Frisina ricordando la dinamica della rapina. “Il commerciante non teme la violenza solo per ragioni di ordine economico ma anche, e soprattutto, di carattere umano. Occorre ristabilire un clima di fiducia intorno all’esercizio delle attività commerciali e tutti gli strumenti sono validi se prevengono i reati e riducono i rischi della violenza. Ribadiamo – ha concluso Remo Frisina -la nostra di fiducia e piena collaborazione alle Forze dell’Ordine affinchè si possa al più presto tornare alla già difficile normalità”. Anche la Confcommercio di Reggio Calabria, guidata dal Presidente Giovanni Santoro, esprime piena solidarietà all’imprenditore e ai suoi collaboratori.