Ponte sullo Stretto, Mit crea un gruppo per lo studio di fattibilità dell’opera all’interno del corridoio Napoli-Palermo-Roma

ponte sullo strettoIl ministero dei Trasporti e Infrastrutture ha creato un gruppo incaricato di realizzare uno studio di fattibilità per la realizzazione del corridoio europeo della linea ad Alta velocità, Napoli-Palermo, all’interno della quale figura anche la possibilità di realizzare il Ponte sullo Stretto di Messina. Delrio afferma: “sulla quarta direttrice (Napoli-Palermo ndr.) stiamo studiando uno studio di fattibilità per investire il minimo di risorse e ottenere il massimo risultato - ha spiegato - per portare l’alta velocità dentro a quello che è, ripeto, un corridoio europeo stabilito dall’Europa”. “Questo è semplicissimo, è comprensibilissimo – ha aggiunto -. Se mi chiedete se siamo pronti a spiegarvi nel dettaglio i costi, la risposta è ‘no’, non siamo pronti, altrimenti non staremmo facendo uno studio di fattibilità. Infatti, il nostro intendimento è di avere un progetto ‘leggero’”. “Oggi i progetti di trent’anni fa vanno revisionati in un’ottica di trasparenza massima – ha concluso il ministro -. La discussione è a disposizione di tutti, in maniera da decidere davvero se un’opera è utile o inutile. Quindi, non c’è nessuna distinzione. C’è un percorso molto trasparente, alla luce del sole. Ho sempre detto ai sindaci della Val di Susa, come alle persone che incontro in Sicilia, che i corridoi europei sono opportunità di sviluppo, secondo me, e opportunità di spostamento delle merci dalla gomma al ferro. È un modello di sviluppo molto chiaro, molto semplice, che discuteremo, spero, ancora nei prossimi mesi, quando saremo pronti per presentarlo al Parlamento, e che dà l’idea di una volontà del Governo di connettere definitivamente il sud con il nord del Paese”.