Ponte sullo Stretto, Dieni: “opera esclusa da Prt, Oliverio si contraddice”

ponte-stretto-21«Il governatore Oliverio continua a cianciare di Ponte sullo Stretto per fare un piacere a Renzi ma viene platealmente smentito dal suo assessore alla Logistica, che ha escluso la megaopera dal nuovo Piano regionale dei trasporti». È quanto dichiara la deputata del M5S Federica Dieni. «Domani – prosegue la parlamentare – il consiglio regionale approverà il Prt ideato dall’assessore Russo. Un Piano ambizioso e probabilmente irrealizzabile, ma che ha il merito di proporre un’idea precisa per l’attraversamento dello Stretto: la messa a punto di un sistema intelligente (Its) per veicoli passeggeri e merci e la progettazione di una soluzione “senza attraversamento stabile”. Dunque, niente Ponte, a differenza di quanto va ripetendo da un mese a questa parte il presidente di Regione, impegnato con tutte le sue forze a raccogliere consensi per il Sì a una riforma costituzionale sciagurata, nel tentativo di ingraziarsi i favori e la benevolenza di un governo che non lo ha mai troppo amato». «Solo pochi giorni fa – aggiunge Dieni –, Oliverio ha definito il Ponte sullo Stretto come il “punto terminale di un grande progetto” di “modernizzazione infrastrutturale del Mezzogiorno”. Di fatto, però, la sua giunta sta andando in una direzione opposta». «Il M5S – sottolinea la deputata reggina – è notoriamente contrario alla costruzione di un’opera costosissima, inutile e dannosa per l’ambiente; e quindi quanto previsto dal nuovo Prt ci soddisfa. Al tempo stesso non possiamo chiudere gli occhi di fronte all’ipocrisia sistematica di un governatore che, oltre a contraddirsi in modo grottesco, non esita a gettare fumo negli occhi per raggiungere i suoi fini prettamente personali e politici». «A Oliverio – conclude Dieni – chiediamo di essere finalmente sincero e di schierarsi apertamente: con il suo premier o con il suo assessore, a favore o contro il Ponte. Tertium non datur».