Paura alla Cittadella regionale: soccorso impiegato dopo malore

118-ambulanza“Dispiace che le tragedie delle persone siamo utilizzate per mera polemica denigratoria. Questa mattina un impiegato ha avuto un problema di salute, e’ stato assistito da due dirigenti della regione, medici attrezzati anche con defibrillatore che per fortuna non e’ servito, fin quando non e’ arrivata l’ambulanza del 118, unico soggetto deputato ad intervenire in casi di emergenza, in quanto, come e’ a tutti noti, eventuali passaggi attraverso infermerie non abilitate a trattare tali situazioni potrebbero causare ritardi anche letali per il paziente. Fin qui tutto bene. E auguriamo tutto il bene possibile al collega. Tutto bene, tranne che per una agenzia di informazione catanzarese che ha colto l’occasione per diffondere il panico all’interno della Cittadella asserendo che le cassette di pronto soccorso sono chiuse e che nessuno ha la chiave per aprirle“. E’ quanto si legge in una nota della giunta regionale. “Solo per tranquillita’ dei colleghi, si ricorda che le cassette sono presenti presso ogni dipartimento, in luoghi conosciuti e noti, cosi’ come presso ogni dipartimento sono presenti gli addetti al primo soccorso che a tale fine hanno seguito corsi specifici e tra poco, il 26 di questo mese, partiranno i corsi per l’uso dei defibrillatori. Nel frattempo il dipartimento sta firmando una convenzione con Asp di Catanzaro per avere un punto infermieristico stabile e ha gia’ raggiunto un accordo con la Protezione civile per avere stabilmente a disposizione una ambulanza con autista. Bisogna pero’ riconoscere che punto infermieristico, defibrillatori e ambulanza con autista non sono servizi presenti in genere nelle pubbliche amministrazioni, ne’ locali ne’ nazionali. Il dipartimento sta, inoltre, lavorando – conclude la nota -, insieme alle organizzazioni sindacali, per assicurare a breve questi servizi ai dipendenti della Cittadella, per offrire loro le migliori condizioni di benessere, con buona pace di chi vede sempre le cose in negativo”.