Pallavolo Serie B, ripresa degli allenamenti per la Jolly Cinquefrondi

img-20161025-wa0004-1Dopo l’ottimo inizio, con due vittorie su due, per la formazione di Polimeni arriva il primo vero test della stagione contro Letojanni. La formazione siciliana infatti, é una delle compagini candidate alle posizioni di vertice e arriva anch’essa da due successi seppur uno al tie break. Il morale in casa Cinquefrondi é alto ma in questo momento, visto che sono passate solo due partite, l’importante sarà tenere i piedi per terra senza farsi condizionare da facili entusiasmi, come ci tiene a sottolineare Giuseppe Zito, libero della Jolly e leader dello spogliatoio cinquefrondese. ”Abbiamo iniziato il campionato nel migliore dei modi centrando due vittorie contro squadre ben attrezzate e ricche di giovani interessanti. Sabato però ci aspetta un test molto importante contro una delle squadre favorite alla vittoria finale di questo girone, li vedremo il vero valore della nostra squadra. In questa stagione – continua Zito – non ci saranno partite facili, il campionato è molto equilibrato e lo si è visto in queste prime gare, tutti venderanno cara la pelle e tutti saranno agguerriti contro di noi. Ho letto in diversi giornali che vinceremo il campionato, che siamo da primato, ma l’esperienza mi insegna che siamo ancora all’inizio e la strada da fare é ancora lunga. L’entusiasmo di una città, di una squadra, spesso può rivelarsi una trappola per una rosa con tanti giovani come la nostra, quindi dico di continuare a lavorare sodo come stiamo facendo senza guardare troppo lontano, ma ponendoci obiettivi concreti di settimana in settimana, anche perchè abbiamo giocatori che si affacciano in questa categoria per la prima volta. Naturalmente sognare non costa nulla – conclude il libero siciliano – ma dobbiamo restare con i piedi per terra. Ci tengo a ringraziare la città di Cinquefrondi che sabato ha risposto presente alla prima in casa, vedere un palazzetto cosi pieno è stata un’ emozione incredibile e spero di vederlo così in ogni gara”.